Live Sicilia

Grasso sul conflitto di attribuzione

"La sentenza della Consulta
contribuisce a fare chiarezza"


Articolo letto 1.155 volte

L'ex procuratore Piero Grasso, candidato con il Pd, interviene sulla decisione della Consulta e sulle motivazioni fornite circa la decisione sul conflitto d'attribuzione tra il presidente Napolitano e i pm di Palermo.

VOTA
0/5
0 voti

conflitto d'attribuzione, Consulta, grasso, napolitano, pm, Cronaca
Piero Grasso
ROMA- "La sentenza della Consulta sul conflitto tra il capo dello Stato e i pm di Palermo "interviene su una questione precedentemente non del tutto definita, cioé quella dell'uso di intercettazioni che riguardano anche il presidente della Repubblica, e contribuisce, dunque, a fare chiarezza senza ledere le prerogative di nessun potere": così risponde all'ANSA l'ex procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, candidato per il Pd alle prossime elezioni. "A questo punto - aggiunge Grasso - mi auguro che i toni del dibattito intorno a questa vicenda siano ricondotti ad un maggior equilibrio, anche per consentire che il processo di Palermo si svolga in un clima di massima serenità".