Live Sicilia

Cruillas, palermo

Proliferano i forni abusivi
Sequestrati 216 chili di pane


Articolo letto 4.848 volte
abusivo, cruillas, palermo, pane, polizia municipale, sequestro, Palermo

Interventi compiuti dal Naf in viale Michelangelo dove è stato sanzionato un ambulante e in via Vanvitelli, dove un panificio operava senza avere alcuna autorizzazione amministrativa o sanitaria.

VOTA
5/5
2 voti

PALERMO - La Polizia Municipale ha compiuto dei controlli nel quartiere Cruillas nei confronti dell’attività di preparazione e vendita del pane, con riguardo alla sicurezza igienico sanitaria dei prodotti offerti al consumatore, a difesa della salute pubblica. Sono stati sequestrati 216 chili di pane, un veicolo utilizzato per l’attività di vendita e multato un panificio per mancanza di autorizzazione sanitaria per la preparazione, produzione e vendita di pane e prodotti da forno. Gli interventi compiuti dal Naf – Nucleo antifrodi - sono stati realizzati in viale Michelangelo dove, all’altezza del civico 275, sono stati sequestrati 94 chili di pane esposto agli agenti atmosferici e posto in vendita senza che il venditore esibiva alcuna autorizzazione prevista per il commercio. Sanzione di 309 euro.

Un panificio di via Vanvitelli, aperto al pubblico, vendeva pane senza avere l'autorizzazione amministrativa e svolgeva l’attività di preparazione e manipolazione dei prodotti da forno senza autorizzazione sanitaria. Alla titolare del panificio è stata comminata la sanzione di 8.000 euro. 122 chili di pane ed il veicolo, Renault Cangoo utilizzato per la vendita, sono stati sequestrati in via Vanvitelli perché pagnotte e mafalde giacevano in evidente stato di cattiva conservazione all’interno del veicolo. Oltre al sequestro del mezzo, sanzione di 841 euro per il venditore, per illecito amministrativo. Il pane sequestrato, giudicato non idoneo al consumo alimentare, è stato distrutto per sottrarlo alla vendita e preservare la salute pubblica. “I controlli proseguiranno indistintamente in tutti i quartieri della città – dice il Comandante Vincenzo Messina - per evitare che prodotti alimentari non commestibili, privi dei requisiti di igienicità e senza tracciabilità, finiscano sulle tavole dei palermitani”.

"Mi congratulo con la polizia municipale e mi auguro controlli ancora più serrati - dice il presidente Confartigianato Imprese Palermo, Nunzio Reina - ma anche il cittadino deve collaborare. I panifici in regola restano aperti ormai pure la domenica, perché recarsi dagli ambulanti abusivi o da chi non rispetta le normative? Acquistare da un commerciante onesto vuol dire essere sicuri di mangiare un prodotto sano ed essere parte integrante di un rapporto fiduciario".