Live Sicilia

FORMAZIONE

Rivisti i fondi per Formez e Sspa
"Nessuna revoca per l'Avviso 18"


Articolo letto 3.186 volte

L'assessore Scilabra: "Rimoduleremo gli stanziamenti che oggi ammontano a circa dieci milioni di euro". E dall'assessorato fanno sapere: "Nessun Avviso è stato revocato, stiamo solo verificando quali ostacoli hanno finora rallentato l'iter dei bandi".

 

VOTA
1.7/5
3 voti

L'assessorato regionale all'Istruzione e alla Formazione professionale
PALERMO - Una “rimodulazione” dei fondi destinati al Formez e alla Scuola superiore della Pubblica amministrazione. L'assessore alla Formazione e istruzione Nelli Scilabra ha annunciato che verranno riviste quelle erogazioni, che superano i dieci milioni di euro. Sempre dallo stesso assessorato, poi, giungono smentite sulle notizie riguardanti la revoca con conseguente perdita di 40 milioni di euro, dell'Avviso 18, uno dei bandi della Formazione professionale attualmente “fermo”. “Stiamo solo verificando – fanno sapere dagli uffici – lo stato dei singoli Avvisi. Ci sono ottime possibilità che tutti, alla fine, vengano regolarmente finanziati e sbloccati”.

“A seguito dell’incontro avuto con i funzionari della Commissione Europea nei giorni scorsi, - ha spiegato oggi l'assessore Scilabra - ritengo necessario rimodulare i progetti formativi affidati dall’Amministrazione Regionale a Formez e SSPA per un importo complessivo di 10 milioni di euro. L’esigenza – ha aggiunto - è dettata dalla volontà di adeguare le attività previste nelle convenzioni ai nuovi fabbisogni, anche in vista della prossima programmazione 2014-2020. Già nei prossimi giorni – prosegue l'assessore - incontrerò i vertici di SSPA e Formez per rappresentare loro i nostri nuovi obiettivi, che rientrano nel programma di governo dell’Esecutivo. Nelle more delle modifiche che saranno concertate con i due Enti, verificando con l'Assessore per l'Economia Luca Bianchi la congruità della dimensione finanziaria rispetto al piano delle attività - conclude l'Assessore Scilabra - ho già dato disposizioni ai miei uffici di far proseguire esclusivamente le attività corsuali in itinere”.

E di “rimodulazione” si può parlare anche riguardo agli Avvisi fermi in un cassetto. Dagli Uffici di via Ausonia infatti fanno sapere che è in atto una ricognizione degli Avvisi fermi, al fine di verificare se, a bloccare l'iter siano problemi di natura tecnico-giuridica, o di altro tipo. Una volta compiuto questo screening, il secondo passaggio consisterà nella selezione degli Avvisi da portare avanti, anche alla luce delle risorse finanziarie disponibili, che superano l'1,6 miliardi di euro. Dall'assessorato fanno sapere, poi, che verranno ricercate le cosiddette “economie” riguardanti gli Avvisi già conclusi: soldi, insomma, che potrebbero essere riutilizzati per gli Avvisi fermi. “E' assolutamente falsa – insistono dall'assessorato Formazione – la notizia riguardante la revoca dell'Avviso 18 con conseguente perdita di 40 milioni. Anzi, stiamo lavorando esattamente nella direzione opposta: quella di verificare e sbloccare finalmente questi bandi”.