Live Sicilia

PAllanuoto maschile, SERIE A2

Telimar, riparte l'avventura
Esordio contro il Napoli


Articolo letto 3.824 volte
canottieri napoli, gaetano occhione, marcelo giliberti, palermo, serie a2, telimar, Palermo
La formazione 2012/2013 del Telimar

La formazione di pallanuoto palermitana sarà di scena sabato 19 alle 15 fra le mura amiche contro i Canottieri Napoli. Fra le novità di quest'anno il nuovo tecnico Ivano Quartuccio che prende il posto di Gaetano Occhione.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Il Telimar riparte dal suo nuovo giovane allenatore Ivano Quartuccio. Calendario in salita per i palermitani che incontrano subito la Canottieri Napoli, candidata alla promozione in A1. Sabato 19 Gennaio, alle ore 15.00, in casa fra le mura amiche della Piscina Comunale, inizierà la nuova avventura del TeLiMar nel girone sud del campionato di serie A2 maschile di pallanuoto. Punto di partenza gara 3, valida per la promozione in A1, persa al Foro Italico contro la corazzata Lazio lo scorso 30 giugno. La squadra dell’Addaura esordirà in casa contro la storica Canottieri Napoli, con una grande novità in linea con le conclamate strategie societarie finalizzate alla valorizzazione dei giovani talenti locali.

Dopo quattro anni magistralmente condotti in panchina dall’esperto Gaetano Occhione, il presidente Marcello Giliberti ha affidato la guida tecnica della prima squadra al trentunenne Ivano Quartuccio, per una decina di anni responsabile tecnico del settore giovanile societario, con il quale ha conquistato due scudetti under 17B e due Titoli di Campione Europeo con l’atleta Paulo Salemi, e sfornato la maggior parte dei giovani pallanotisti che costituiscono l’ossatura della attuale prima squadra.

"Sono tranquillo e consapevole di giocarmi una chance importante su una panchina prestigiosa - sottolinea Ivano Quartuccio -. Ringrazio il TeLiMar nella persona del suo presidente Marcello Giliberti per l’opportunità datami dopo anni di gavetta. La società crede nelle mie capacità e io ricambierò questa fiducia impegnandomi al massimo, affrontando questa esperienza con molta umiltà, cercando di trasmettere il mio entusiasmo a tutti i miei giocatori".

"L’obiettivo sarà stabilito strada facendo, una partita alla volta, approcciando con grande rispetto per gli avversari, ma cercando comunque di vincere più incontri possibili, senza avere timore reverenziale nei confronti di nessuno. Sarà una sfida affascinante con tanti giocatori della città a mia disposizione. I più esperti dovranno essere un punto di riferimento per i giovani".

Sull'avanzamento di grado Quartuccio risponde così: "Da secondo a primo allenatore cambierà di fatto il rapporto con tanti elementi della rosa che nel corso di una decina di anni ho avviato alla pallanuoto. È logico che gli equilibri saranno diversi, quando fai il vice sei chiamato ad un certo tipo di approccio, quando guidi tu la squadra cambia tanto. Dovrò essere bravo a calarmi nel ruolo velocemente e senza ansia. Il rispetto dei ruoli dovrà essere chiaro a tutti. L’intelligenza dei singoli sarà fondamentale perché vada tutto bene".

Orgoglioso del proprio programma il Presidente Marcello Giliberti : "nello scorso quadriennio olimpico siamo riusciti a consolidare il nostro progetto, finalizzato al completamento della squadra con giocatori tutti palermitani in grado di disputare e ben figurare nel difficile Campionato di A2 girone Sud.Unico addio quello del laziale Emanuele Maut spazio ai nostri giovani".

Alla sua terza stagione al TeLiMar l’unico straniero del gruppo, il fortissimo attaccante croato Kresimir Zubcic, da quest’anno capitano, che registrerà in acqua gli schemi dettati dal tecnico Quartuccio. Confermati Fabrizio Di Patti, il possente centroboa Ciccio lo Cascio e l’attaccante Piersanti Mattarella, tutti con svariati Campionati di A1 e presenze in nazionale giovanile azzurra.

Questa la rosa della formazione palermitana che si presenta ai nastri di partenza del campionato.

TeLiMar : 1. Alessandro Sansone, 2. Kresimir Zubcic, 3. Gabriele Galioto, 4. Fabrizio Di Patti, 5. Paulo Salemi, 6. Luciano D’Aleo, 7. Ugo Calabrese, 8 Cascio, 10. Piersanti Mattarella, 11. Giovanni Monteleone, 12. Davide Ippolito, 13. Cesare Walter Colosi - Allenatore Ivano Quartuccio.