Live Sicilia

PALERMO-LAZIO 2-2

Rios e Dybala illudono il 'Barbera'
Con la Lazio un pari per la salvezza


Articolo letto 2.097 volte

I rosanero chiudono il match casalingo contro la Lazio con un inaspettato 2-2. Rios e Dybala sono i protagonisti inattesi con le reti del momentaeo 2-1 recuperato nel finale dal biancoceleste Hernanes.

VOTA
1.8/5
6 voti

dybala, gasperini, rios, zamparini
PALERMO - Un lampo, un uno-due che dona nuove speranze per mantenere vivo il sogno serie A del Palermo. Quando tutto sembrava presagire una nuova sconfitta per i rosanero, contro la Lazio al 'Barbera' nella seconda giornata di ritorno della massima serie, arriva invece un pareggio inatteso contro la seconda forza del torneo.

Ancora una volta quello che poteva essere e che invece non è stato. Il Palermo nutre un po’ di rammarico per non aver portato a casa i tre punti. E in effetti la vittoria sembrava ad un passo. Sì, perché dopo il gol di Floccari è calato il gelo al Barbera, ma al Palermo di oggi va soprattutto riconosciuto un merito, quello di non aver mai mollato e di aver giocato fino in fondo. Ecco che il campionato rosanero ha una scossa al 70’, il buon Dossena la mette in mezzo e nel grigiore più assoluto, come se uscisse dalla nebbia, spunta Rios che segna il pareggio. Ma la goduria prosegue dopo un minuto quando Miccoli appoggia per Dybala che spinge in rete la palla del 2-1. Sembra tutto finito, di colpo è come se l’incubo fosse finito, che la B non è più una lettera che compete al Palermo. Ma in questo campionato ci sarà da soffrire, da lottare fino all’ultimo secondo del torneo, e allora ecco che su un fallo di Munoz su Floccari, Rocchi che ha bersagliato i rosa in tutti i 90 minuti, concede il rigore. Hernanes fa scendere sulla terra tutti, e improvvisamente ci tocca riguardare la realtà. Ma questa sera, al di là del punto conquistato, vogliamo essere fiduciosi, perché con qualche innesto giusto questa squadra può ancora giocarsela, perché la Lazio è sempre seconda in classifica e sempre la Lazio è una formazione dal cinismo spietato.

Quindi il punto che ha conquistato questa sera il Palermo permette di ripartire, di guardare avanti con un pizzico di coraggio in più. Cronaca. Ovviamente formazione confermata, Gasperini non varia di una virgola l’undici preannunciato in sala stampa, in avanti Miccoli e Dybala. Nella Lazio l’unica punta è Floccari. Al 10’ Lazio già avanti: assist di Ledesma, bel colpo di testa di Floccari e palla all’angolino, Ujkani ancora battuto e anche questa volta colpevole. Al 20’ il Palermo può pareggiare, Miccoli si gira in area e Marchetti salva in angolo. I rosa ci provano poi con Dossena, ma la conclusione dell’ex Napoli viene stoppata da Ciani. I rosa giochicchiano a centrocampo, la Lazio invece fa i fatti e quando attacca fa davvero male. Rocchi nel frattempo fa di tutto per far arrabbiare i rosa e non concede netti calci di punizione alla squadra di Gasperini.

Ripresa. Gasperini toglie Aronica e inserisce Munoz. Pronti via e subito Morganella può affondare ma al momento di convergere, scivola goffamente. La Lazio mantiene il risultato, il Palermo ci prova ma gli manca sempre lo spunto giusto dalla trequarti in su. Entra anche Anselmo al posto di Morganella. La gara cambia al 70’, cross a tagliare di Dossena e Rios da due passi insacca la palla del pareggio. Il Palermo si sveglia e la Lazio va alle corde, dopo un minuto Ilicic apre per Miccoli che appoggia per Dybala, rosoterra e 2-1. All’85’ Munoz su Floccari, rigore. Batte Hernanes e palla in rete.

TABELLINO

PALERMO: 1 Ujkani; 25 Von Bergen, 3 Aronica (45’ Munoz), 29 Garcia; 89 Morganella (64’ Anselmo), 20 Arevalo Rios, 28 Kurtic, 8 Dossena; 27 Ilicic (79’ Malele), 9 Dybala, 10 Miccoli (cap.) A disposizione: 99 Benussi, 7 Viola, 22 Brichetto, 23 Donati, 50 Sanseverino, 51 Bollino. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

LAZIO: 22 Marchetti; 20 Biava, 2 Ciani, 26 Radu (73’ Candreva), 39 Cavanda, 27 Cana, 24 Ledesma (Kozak) 8 Hernanes, 19 Lulic (67’ Gonzalez), 6 Mauri (cap.); 99 Floccari. A disposizione: 1 Bizzarri, 3 Dias, 5 Scaloni, 25 Rozzi, 32 Brocchi, 78 Zauri, 84 Carrizo, 87 Candreva. Allenatore: Vladimir Petkovic.

ARBITRO: Gianluca Rocchi (Firenze).

RETI: 10’ Floccari, 70’ Rios, 71’ Dybala, 85’ Hernanes (rig)

AMMONITI: Garcia, Cavanda, Miccoli, Lulic, Von Bergen, Cana

ESPULSI:

SPETTATORI: 21.414