Live Sicilia

all'ospedale villa sofia

Nasce il primo contact center
per la sclerosi multipla


Articolo letto 3.822 volte
call center, close to care, ospedale, palermo, sclerosi multipla, villa sofia, Palermo

Si chiama Close to Care ed è un servizio in grado di facilitare la comunicazione tra medico e centro di cura, finalizzato a rendere più agevoli i percorsi terapeutici. Sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Ascolto e personalizzazione del servizio: si chiama Close to Care, nasce all'Ospedale Villa Sofia di Palermo ed è il primo contact center della regione Sicilia per la sclerosi multipla. Si tratta di un servizio in grado di facilitare la comunicazione tra medico e centro di cura, finalizzato a rendere più agevoli i percorsi di cura presso il centro di riferimento regionale di neuroimmunologia dell'Azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello.

Il contact center, opportunamente personalizzato fornisce informazioni sulla sclerosi multipla, informazioni logistiche sul centro di cura, modalità di accesso, prenotazioni visite, richieste di certificati e facilita il contatto in tempo reale con l'equipe medica per eventuali chiarimenti. La sclerosi multipla è la seconda più comune causa di disabilità neurologica nei giovani adulti, dopo i traumi da incidenti stradali, dal forte impatto sociale ed economico sia per i pazienti e le famiglie che per i sistemi socio-sanitari. E' la più importante malattia demielinizzante infiammatoria e degenerativa del giovane adulto e la più frequente patologia autoimmunitaria del sistema nervoso centrale. I centri di cura, come quello di Villa Sofia, che assiste circa 800 pazienti, sono le strutture dove la gestione complessiva della malattia può trovare le migliori risposte.

Il Contact Center Close to Care è attivo tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17 attraverso il numero dedicato 848.800.340. Attraverso una semplice telefonata e il dialogo con l'operatrice, il paziente riceve risposte in tempo reale relative agli aspetti organizzativi, logistici e sanitari. Inoltre i pazienti potranno avere informazioni sulle attività e sulle iniziative dirette a migliorare l'aderenza terapeutica (scuola di velaterapia, gruppi di auto-aiuto, supporto psicologico). "I pazienti affetti da sclerosi multipla, se ricevono supporto - dice Salvo Cottone, responsabile centro di riferimento regionale per le malattie neurologiche a patogenesi immunitaria dell'Azienda ospedaliera 'Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello' - e facilitazioni nei contatti con i medici del centro di cura, affrontano con maggior fiducia e serenità i complessi percorsi terapeutici con effetti positivi sulle aspettative di salute e sulla qualità di vita".

"Questo servizio ha importanti finalità sociali. Oltre ad apportare un grande vantaggio per il medico - dice Giacomo Sampieri, commissario straordinario dell'Azienda ospedaliera 'Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello - e per il paziente grazie alla riduzione dei tempi di risposta, migliora la qualità dell'assistenza. Il paziente è sottoposto a un altissimo stress, sia fisico sia mentale e per questo ha la necessità di essere rassicurato e avere risposte tempestive, come dimostrano diversi studi. Se il paziente riceve rassicurazioni da parte dei medici curanti è in grado di affrontare più serenamente la patologia e può registrare un deciso miglioramento delle sue condizioni di salute e un allungamento delle sue prospettive di vita. Il nostro call center è nato proprio tenendo conto di queste evidenze scientifiche".