Live Sicilia

LE PROTESTE

Gesip, lavoratori in piazza:
"Orlando ci ha abbandonato"


Articolo letto 2.849 volte
gesip, orlando, palermo, piazza pretoria, proteste, Palermo
Gioacchino Tortorici

Gli operai Gesip sono di nuovo sul piede di guerra. Prima di recarsi davanti Palazzo delle Aquile, questa mattina, hanno paralizzato il traffico dai Quattro Canti a corso Vittorio Emanuele, da via Roma alla stazione centrale. I lavoratori dell'ex partecipata Gesip chiedono a gran voce di essere ricevuti dal sindaco Orlando e pretendono che venga rispettato il loro diritto al lavoro.

VOTA
2.5/5
16 voti

PALERMO – Una vicenda senza fine quella dei lavoratori dell'ex partecipata Gesip che questa mattina hanno bloccato il traffico causando notevoli disagi agli automobilisti nel centro città. Dai Quattro Canti a corso Vittorio Emanuele, da via Roma alla stazione centrale per far sentire la propria voce e chiedere il rispetto del loro diritto al lavoro. Gli ex dipendenti, in seguito, si sono recati in piazza Pretoria, di fronte la sede del Comune.

La protesta è un chiaro segno di malcontento degli ex dipendenti Gesip che anche oggi hanno visto posticipato l’incontro che doveva tenersi con il sindaco Leoluca Orlando, che sembra rimanere sordo alle richieste dei lavoratori. Davanti Palazzo delle Aquile si respira aria di tensione. Animi in fiamme e parole accorate quelle rivolte dagli operai in primis contro Orlando. “Vogliamo il lavoro e pretendiamo che ci vengano restituiti i soldi che mancano dalla cassa integrazione, è un nostro diritto e il sindaco deve rispettarlo – ha affermato un ex dipendente Gesip – Il sindaco Orlando ha perso l'onore e la faccia, ci ha lasciati nella più completa solitudine e adesso siamo disperati. Non possiamo più vivere in queste condizioni”.

Una stangata, inoltre, rivolta alla scelta del sindaco Leoluca Orlando di opporsi alla sentenza di non fallimento dell'ex partecipata Gesip del tribunale di Palermo, il quale ha accolto il decreto ingiuntivo da 4,2 milioni di euro per i lavori svolti dal 2010 al 2012.

“E' un fatto gravissimo – afferma Gioacchino Tortorici – il nostro sindaco non ci ascolta e non vuole rispettare la sentenza accolta dal tribunale. E' una vergogna, non capisco perchè lui che parla tanto di legalità non rispetti in primis la legge. Siamo veramente stanchi e stamattina siamo scesi in piazza, bloccando il traffico per far sentire la nostra voce ma questo è causato dal comportamento di assoluto disinteresse del sindaco Orlando nei nostri confronti” - ha concluso Tortorici.