Live Sicilia

L'addio

Mineo lascia Grande Sud
"Svenduti da Miccichè"


Articolo letto 3.580 volte

L'ex deputato regionale contesta l'alleanza con la Lega: "Miccichè si è ridotto a fare da notaio a candidature imposte da Schifani, Alfano e Berlusconi. Voleva rilanciare il sistema Sud ma non sarà in grado di contrapporre deputati e senatori, perché non ne eleggerà".

VOTA
4.2/5
5 voti

grande sud, micciché, mineo, Politica
PALERMO - "Micciché ha scelto di garantire a Berlusconi la maggioranza al Senato, svendendo il progetto di Grande Sud si è di nuovo alleato con la Lega Nord che è una zavorra per lo sviluppo del Meridione". Lo ha detto l'ex deputato regionale di Gs, Franco Mineo, ufficializzando in conferenza stampa a Palermo l'addio al partito di Micciché. "Si è ridotto a fare da notaio a candidature imposte da Schifani, Alfano e Berlusconi - ha aggiunto. Voleva rilanciare il sistema Sud ma non sarà in grado di contrapporre deputati e senatori, perché non ne eleggerà". L'ex parlamentare regionale ha aggiunto: "In passato probabilmente non riuscivo a vedere i suoi errori perché gli volevo bene, ma adesso non riesco ad abituarmi alla sua schizofrenia politica".

"Micciché è un garantista. Lo dimostra il fatto che in Calabria ha accettato la candidatura di Sarra, giudicato dai pm terminale della 'ndrangheta e in Campania un signore che e' condannato per bancarotta fraudolenta", ha aggiunto l'ex deputato di Grande Sud. Riferendosi alle sue vicende giudiziarie, Mineo ha detto: "Vivo da uomo libero la vicenda, che mi ha fatto molto male, ma sono sicuro che riuscirò a dimostrare la mia innocenza".

"In questi giorni terremo delle riunioni per decidere come non fare ottenere l'1% per cento in più a Berlusconi. Abbiamo mille lusinghe, vedremo dopo un'attenta riflessione. Mi piace Monti. non sono mai stato di sinistra ma c'é chi guarda anche a Crocetta. Qualsiasi decisione sarà vagliata nei prossimi giorni", commenta Mineo, parlando con i giornalisti che chiedevano chi sosterrà alle politiche, dopo la fuoriuscita dal partito insieme altri esponenti di GS, che hanno ufficializzato la rottura con Micciché. Tra loro c'é anche Andrea Mineo (figlio dell'ex parlamentare regionale) che stamattina si è dimesso da capogruppo di Grande Sud in consiglio comunale a Palermo.