Live Sicilia

I documenti

Pizzini, foto e intercettazioni
Ecco lo speciale di "S"


Articolo letto 8.447 volte

Un anno e mezzo fa, pochi giorni dopo la retata, il mensile dedicò un'edizione straordinaria all'operazione “Hybris”. Quei documenti sono ancora attuali: fra le pieghe dell'indagine l'assetto della nuova mafia. Ecco come fare per acquistarlo

VOTA
2.3/5
3 voti

Dai pizzini di Gianni Nicchi, che "S" mostrò in esclusiva, alla valanga di intercettazioni telefoniche e ambientali. Dalle foto della latitanza al mare del "picciuteddu" all'aggiornamento degli equilibri interni al mandamento di Pagliarelli, guidato da Michele Armanno. Dall'elenco dei commercianti che pagavano il pizzo e contribuiscono alla riffa di Cosa nostra, alle confidenze fatte alla polizia dal boss della Kalsa Gino Abbate. Un anno e mezzo fa, pochi giorni dopo la retata, il mensile "S" dedicò un'edizione speciale all'operazione “Hybris”, che il 12 luglio 2011 mise in ginocchio le cosche di Pagliarelli, Corso Calatafimi, Porta Nuova e Borgo Vecchio: il numero speciale può essere acquistato in formato digitale, al prezzo di 1,59 euro, cliccando qui. Documenti ancora validi per ricostruire gli assetti di Cosa e che la sentenza di oggi consegna all'attualità come dati accertati, almeno in primo grado.

Il numero speciale di "S" passa in rassegna, parola per parola, le accuse contestate alle trentasette persone arrestate, tra gregari che hanno favorito la latitanza di Nicchi e capi. Come Michele Armanno, il cui principale obiettivo era la riscossione del pizzo. Si era attorniato di una squadra di picciotti pronti a tutti. Anche ad alzare il tiro delle intimidazioni ai danni dei commercianti. Le indagini testimoniano la forte alleanza che unisce i mandamenti di Porta Nuova e Pagliarelli. E tracciano il profilo della nuova Cosa nostra. Non solo quella del 2011: quella di oggi.