Live Sicilia

IL PM GUARINIELLO

"Stop al fumo elettronico
nei locali pubblici"


Articolo letto 2.318 volte
divieto, esig, fumo digitale, liquidi per, sigaretta elettronica, svapare, svapo

Il pubblico ministero di Torino, Raffaele Guariniello ha fatto richiesta al Ministero della Salute affinché venga imposto il divieto di "svapare" all'interno dei locali pubblici.

VOTA
4.6/5
9 voti

TORINO - Il pm Raffaele Guariniello ha richiesto di estendere il divieto di fumo nei locali pubblici anche alle sigarette elettroniche. Il magistrato ha infatti presentato un'interpellanza al Ministero della Salute in quanto, stando alle ultime scoperte sui presunti danni alla salute, la norma sull'interdizione di fumare nei locali pubblici potrebbe valere anche per questi apparecchi.

Intanto l'Istituto Superiore di Sanità prosegue gli accertamenti per confermare o escludere rischi sull’uso dei dispositivi, che non dovrebbero contenere residui di combustione cancerogeni. L’Iss sostiene, però, che i livelli di assunzione giornaliera di nicotina aspirati dalle e-sigarette risultano superiori al limite di 0,0008 mg/kg fissato dall’Efsa, l'autorità europea per la sicurezza alimentare.

Il 23 gennaio nel capoluogo piemontese i Nas hanno sequestrato, all'interno di un negozio, una partita di sigarette elettroniche nella quale era stato riscontrato un problema di etichettatura. Infatti pare che i dispositivi elettronici debbano indicare sulla confezione i rischi che il vapore può avere sulla salute degli utenti e di chi gli sta a fianco.