Live Sicilia

Dpef

La Cisl: "All'Ars teatrino
della vecchia politica"


Articolo letto 1.166 volte

VOTA
0/5
0 voti

bernava, cisl, dpef, sicilia
Maurizio Bernava, segretario Cisl
PALERMO - Il segretario della Cisl Sicilia Maurizio Bernava è intervenuto sul rinvio del voto per il Dpef, all’Ars, dopo il mancato raggiungimento del numero legale. Slittamento che ha indotto l'assessore regionale all'Economia Luca Bianchi, stamani, a parlare di “teatrino della vecchia politica”. “L'assessore ha ragione”, afferma Bernava. “Il suo sconforto è la nostra preoccupazione. È la vecchia politica che intende l'approvazione dei provvedimenti finanziari solo come momento di scambio e ricatto politico. La Cisl aveva preavvisato l'assessore – rende noto il segretario - che il rischio più grande per la Sicilia sta proprio in una classe politica e dirigente che non assume l'emergenza economica come priorità assoluta. La Sicilia ha bisogno di una strategia di risanamento rigoroso per recuperare risorse – ammonisce il numero uno Cisl - e di una serie di azioni per attrarre e sostenere investimenti e creare ricchezza e lavoro. Ci auguriamo che il governo di cui fa parte l'assessore, da questa vicenda tragga la convinzione che deve puntare sul confronto sociale con le associazione del lavoro e dell'impresa, per darsi una bussola per lo sviluppo”. “Dalla definizione degli strumenti di programmazione ai progetti per l'utilizzo dei fondi Ue”, puntualizza Bernava. Che aggiunge: “Nel confronto sociale sui temi economici il governo troverà più consapevolezza, responsabilità e competenze rispetto a quanto mostra gran parte della deputazione vecchia e nuova, dell'Ars”. Insomma, “è dal confronto sull'emergenza economica che il governo potrà acquisire la necessaria collaborazione costruttiva”.