Live Sicilia

TUTTE LE OPERE

Giunta, via libera ai fondi Fas
Ecco gli interventi finanziati

Lunedì 18 Febbraio 2013 - 19:29
Articolo letto 2.668 volte

SEGUI

La giunta Orlando ha ufficialmente impegnato i 150 milioni di fondi Fas stanziati nel 2009 dal Cipe. Ecco tutte le opere finanziate.

Condividi questo articolo

VOTA
2.6/5
5 voti
comune, fondi, fondi fas, interventi, orlando, palermo, Palermo
Palazzo delle Aquile
PALERMO - Palazzo delle Aquile, scuole, ponte Oreto, cantieri della Zisa, illuminazione pubblica e nuovi bus dell’Amat. C’è questo e tanto altro nei 150 milioni di fondi Fas, gli stanziamenti europei per le aree sottosviluppate concessi nel 2009 al capoluogo siciliano dal Cipe a Roma. Fondi che, però, dopo quasi quattro anni, non erano stati ancora impegnati in via definitiva.

A farlo ci ha pensato la giunta Orlando, dopo una rimodulazione dei mesi passati, che vedrà i 150 milioni ripartiti fra vari progetti. Il più grosso, da 69 milioni, riguarda Bellolampo e in particolare la costruzione della sesta vasca, che dovrebbe vedere la luce entro qualche mese per scongiurare una nuova emergenza e la cui realizzazione è affidata alla Protezione civile, e l’impianto di preselezione dei rifiuti e compostaggio, oltre all’acquisto di nuovi mezzi per il secondo step della raccolta differenziata porta a porta.

Quasi 15 milioni saranno impegnati, invece, per le scuole: sono 200 gli edifici a Palermo, in gran parte vecchi anche di trent’anni e che per questo richiedono interventi di manutenzione. L'Amministrazione ha dato avvio alla progettazione di interventi strutturali e di manutenzione straordinaria anche per eliminare situazioni di pericolo per gli studenti, migliorando anche le condizioni di igiene ambientale. Tra questi le scuole Cesareo, Pestalozzi, Setti Carraro, Impastato, Da Vinci, Nuova Cavallari, Tomaselli e Pascoli.

Per gli edifici comunali saranno utilizzati quasi 19 milioni: la parte del leone la farà Palazzo delle Aquile, sede del Comune, per la cui messa a nuovo serviranno quasi 13 milioni; 3,5 per un padiglione dei Cantieri Culturali Zisa per la costruzione di una sede distaccata della Biblioteca comunale destinata alla conservazione e sala lettura dei manoscritti e 2,5 per il canile municipale. Quattro milioni serviranno per il rifacimento del ponte Oreto, la cui manutenzione negli ultimi anni ha lasciato molto a desiderare e che spesso viene chiuso dalle autorità specie nei giorni di pioggia; altri progetti riguardano i canali di maltempo, Passo di Rigano e le fognature di via Messina Marine.

Diciassette milioni andranno all’illuminazione pubblica, con interventi di manutenzione straordinaria ad opera di Amg a Partanna Mondello, litoranea Addaura Arenella, quartiere Stazione Villa Giulia, quadrilatero Sciuti, Lazio, Libertà, Paternò e Valdesi Mondello. Quasi quattro milioni andranno per la riqualificazione di aree verdi colpite dal punteruolo rosso e 20 per i nuovi mezzi Amat già acquistati. Progetti che, in realtà, sforano il budget a disposizione ma che dovrebbero essere finanziati grazie alle economie derivanti dai ribassi d’asta.

 
Ultima modifica: 19 Febbraio 2013 ore 18:24



Segnala il commento