La giornalista Ina Modica ha presentato il suo libro "Speranze nate libere" per far conoscere il lavoro svolto da associazioni, scuole, movimenti e cooperative

sociali nella gestione e l’utilizzo dei beni confiscati alla mafia.