La decisione è stata presa dalla direzione del nosocomio palermitano dopo i rilievi presi dai carabinieri del Nas di Palermo nel corso di alcune ispezioni. I locali si presentavano con gravi carenze strutturali. La replica dell'ospedale: "I lavori di ristrutturazione erano già stati programmati per spostare i pazienti in un'altra ala della struttura".