Live Sicilia

UDIENZA AL CORPO DIPLOMATICO

Il Papa: " Dobbiamo
edificare la pace"


ambasciate, conferenza, francesco, papa, udienza

"Lottare contro la povertà, sia materiale che spirituale; edificare la pace e costruire ponti". Questi i "punti di riferimento di un cammino al quale" il Papa ha invitato "ciascuno dei Paesi" rappresentati nella udienza al Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede.

VOTA
0/5
0 voti

ROMA - Durante l'udienza al Corpo diplomatico il Papa ha invitato tutti i paesi presenti a "Lottare contro la povertà, sia materiale che spirituale; edificare la pace e costruire ponti". Centoottanta i Paesi, più diverse organizzazioni internazionali, i cui ambasciatori erano presenti all'udienza ed hanno stretto la mano del Papa per la consueta udienza degli ambasciatori con il nuovo pontefice, dopo l'elezione.

Papa Francesco ha spiegato spiegato agli ambasciatori  le linee guida del suo impegno e dell'impegno della diplomazia vaticana  per tutti i popoli. "Con voi - ha spiegato il Vescovo di Roma - abbraccio idealmente i vostri popoli, i vostri concittadini, di cui ho presenti gioie, drammi, attese, desideri".

Il discorso al Corpo diplomatico, per la prima volta nella storia è stato pronunciato in italiano e non in francese. "Il Papa - ha ricordato il Pontefice - è una personalità che è ben nota al di là dei confini dell'Italia e dell'Europa e anche tra coloro che non professano la fede cattolica". Papa Francesco ha anche spiegato il motivo per cui ha scelto questo nome: "Quanti poveri ci sono ancora al mondo - ha sottolineato il Papa - e quanta sofferenza incontrano queste persone". Seguendo san Francesco "la Chiesa ha cercato sempre di avere cura, di custodire, in ogni angolo della terra, chi soffre per l'indigenza".