Live Sicilia

LA REPLICA

Formazione: la replica del
Centro studi ibleo


La replica di Vincenzo Palazzolo, presidente del Centro studi ibleo, alle dichiarazioni del presidente della Regione Rosario Crocetta e dell'assessore alla formazione Nelli Scilabra.

VOTA
5/5
1 voto

Apprendiamo dalle notizie pubblicate sulla Stampa che il Centro Studi Ibleo figura nell’elenco dei 43 Enti per i quali sono state avviate da parte della Regione Siciliana le procedure di revoca dell’accreditamento a causa di irregolarità riguardanti gli stipendi dei dipendenti. Tali irregolarità, ha precisato in conferenza stampa la Corsello riguarderebbero il PROF 2011 e per le quali, secondo il presidente Crocetta, le somme sarebbero già state erogate. In realtà appare opportuno precisare che sia per il PROF che per il Piano Integrativo del 2011 la Regione non ha ancora corrisposto i rispettivi saldi del 20% e del 30%, in quanto non ha ancora avviato ed effettuato, malgrado le nostre reiterate richieste e sollecitazioni, le procedure di rendicontazione. Malgrado i suddetti ritardi il nostro Ente ha corrisposto con regolarità, facendo ricorso al credito bancario, i versamenti contributivi dovuti per legge e, ben oltre le percentuali di finanziamento ricevute, gli stipendi ai dipendenti. Pertanto, sulla base della documentazione in nostro possesso e non avendo ad oggi ricevuto alcuna notifica in merito ad eventuali inadempienze, siamo pronti e sollecitiamo un confronto con l’Amministrazione Regionale per attestare l’assoluta assenza di ogni presupposto di avvio di una procedura di revoca dell’Accreditamento. Siamo fermamente e serenamente convinti che il Centro Studi Ibleo sia stato erroneamente inserito nel citato elenco e confidiamo nel presidente Crocetta al fine di una riabilitazione dell’immagine del nostro Ente.

 


 

Vincenzo Palazzolo presidente Associazione Culturale Centro Studi Ibleo