Live Sicilia

La nota

Beni culturali, trasferimenti
La protesta della Cgil


Una nuova rotazione all'assessorato ai Beni culturali sarà effettuata prima di Pasqua. Lo sostiene la Cigl che protesta: "Una follia".

VOTA
0/5
0 voti

beni culturali, cgil, protesta, rotazione, Cronaca
PALERMO- "Dopo il trasferimento coatto di 21 dipendenti dall'assessorato Beni culturali per valutare pratiche di impatto ambientale al dipartimento Ambiente, il governo regionale si appresta ad effettuare altri trasferimenti di massa dallo stesso assessorato di via delle Croci". Lo dice il segretario regionale di Fp-Cgil Sicilia, Enzo Abbinanti. "Alla vigilia di Pasqua - aggiunge - con l'arrivo di turisti da ogni parte del mondo e nonostante le difficoltà di assicurare l'apertura di siti archeologici e monumentali, con una delibera pubblicata oggi sul sito della Regione il governo accoglie la proposta del presidente Crocetta di 'dare mandato all'assessorato regionale dei Beni culturali affinché provveda a effettuare nell'ambito dei propri uffici, sia centrali che periferici, l'individuazione del personale da riallocare successivamente presso i dipartimenti regionali che presentano una carenza d'organico'".

Una vera "follia", secondo il segretario regionale della Fp Cgil, soprattutto in vista del processo di riorganizzazione delle strutture avviato dall'assessorato e "al centro - dice Abbinanti - di una riunione con le organizzazioni sindacali prevista tra due giorni". Secondo il sindacato "l'esecutivo regionale persegue una politica esclusivamente mediatica determinando grande incertezza tra i lavoratori e condizioni di paralisi degli uffici. Al tavolo del 28 ai beni culturali chiederemo garanzie precise sull'assetto organizzativo e sul personale".