Live Sicilia

Barcellona Pozzo di Gotto

Minacce e stalking alla ex moglie
Imposto il divieto di dimora


Nonostante la separazione, l'uomo continuava a molestare la ex moglie con telefonate e aggressioni.

VOTA
0/5
0 voti

barcellona pozzo di gotto, messina, minacce, stalking, Messina
BARCELLONA POZZO DI GOTTO (MESSINA) - Nonostante la separazione continuava a molestare la ex moglie con telefonate, sms, minacce e aggressioni. Alla fine la polizia di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) gli ha imposto il divieto di dimora. L'accusa per A.N.G., 40 anni, è di staliking e atti persecutori.

La misura è un aggravamento di quella emessa il 29 ottobre e scaturita dall’attività investigativa. Le indagini avevano infatti consentito di appurare che da diverso tempo l’uomo, nonostante la separazione in corso, continuava ad importunare l’ex moglie. Insistenti appostamenti e pedinamenti avevano prodotto un clima di terrore in famiglia e sul luogo di lavoro della vittima. La donna, stanca delle angherie subite, lo scorso settembre aveva deciso di chiedere aiuto alla polizia, dando sfogo al suo disagio, raccontando le proprie vicissitudini e fornendo i particolari della vicenda. Da ciò era scaturita l’emissione della prima misura cautelare che vietava l’avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex moglie, oltre che il divieto di avvicinarsi all’abitazione e al suo luogo di lavoro. Obblighi, però, ignorati dall'uomo, che ha continuato a infastidire la sua ex. Da qui l'ulteriore denuncia e la decisione del gip del Tribunale di Barcellona, che ha deciso di aggravare il peso emettendo il divieto di dimora.