Live Sicilia

Su Il Fatto Quotidiano

Da Fo a Nove, appello a Crocetta
per far tornare Battiato


Una ventina di intellettuali scrivono al presidente della Regione per esprimere "rammarico per l'esclusione di Franco Battiato dalla sua Giunta”. I primi firmatari sono Dario Fo e Franca Rame, ma c'è anche Marco Travaglio.


appello, battiato, crocetta, Politica
Franco Battiato
PALERMO - Il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, ha già scelto di revocare l'incarico di assessore a Franco Battiato, ma dalle pagine de Il Fatto Quotidiano spunta un appello a favore dell'assessore silurato. I primi firmatari sono Dario Fo e Franca Rame, che scrivono direttamente al governatore gelese. Una ventina sono in tutto le altre personalità della cultura a sottoscrivere l'appello, dal poeta Aldo Nove al cantautore Samuele Bersani, passando per l'attrice Piera Degli Esposti, l'artista Elisabetta Sgarbi, il musicista Franco Mussida e lo scrittore Roberto Alajmo. Ci sono anche i giornalisti Aldo Cazzullo e Barbara Spinelli.

"Esprimiamo il nostro rammarico per l'esclusione di Franco Battiato dalla sua Giunta - si legge nella nota -. La straordinaria sensibilità artistica, il prestigio, il rigore ed il senso dell'etica di Franco Battiato sono indiscutibili". L'appello prosegue con parole dure nei confronti di coloro i quali hanno criticato l'artista etneo, in particolar modo le personalità del mondo della politica. "La strumentalizzazione politica delle parole dell'artista è invece, secondo noi, profondamente ingiusta, anche alla luce del fatto che Battiato ha prontamente e chiaramente precisato che non voleva certo offendere né le donne né le istituzioni attuali". L'appello pubblico, ospitato dalle colonne del Fatto e firmato dallo stesso Marco Travaglio, si conclude con una nota di rammarico: “L'assenza di Franco Battiato dalla sua Giunta è una grande perdita per la Regione da Lei presieduta”.