Live Sicilia

PALERMO

Cimitero dei Rotoli: tutti assenti
In 22 rischiano il licenziamento


abbonato, Assenza, cimitero rotoli, dipendenti, licenziamento, orlando, palermo, Palermo

Dopo la visita al cimitero comunale da parte di Luciano Abbonato, in cui l'assessore ha ravvisato la totale assenza dei 22 addetti alla manutenzione, il sindaco Leoluca Orlando ha disposto immediatamente una verifica. Adesso gli 'assenti ingiustificati' rischiano il licenziamento.


PALERMO - Quando l'assessore è arrivato al cimitero dei Rotoli, il più grande di Palermo, è rimasto di stucco: nessuno dei 22 addetti alla manutenzione del verde era al lavoro, eppure i turni erano chiari. Il sindaco Leoluca Orlando ha disposto subito una verifica. Ora rischiano sanzioni, anche il licenziamento.

A 'sventare' l'ammutinamento ingiustificato dei 'pulizieri'' é stato Luciano Abbonato, delega al Bilancio. "L'assessore - scrive in una nota il Comune - ha convocato sul posto i tre dirigenti responsabili dei diversi servizi coinvolti Cimiteri, Verde e Manutenzioni; hanno constatato l'effettiva assenza dei dipendenti, apparentemente del tutto ingiustificata".

Dopo circa un'ora, 6 dipendenti su 22 si sono presentati affermando di "essere stati impegnati in altre attività di servizio". Il sindaco ha chiesto e subito ricevuto una relazione da Abbonato, e disposto una immediata verifica da parte degli uffici, cui ha chiesto "che per tutti i lavoratori che risultassero assenti o ritardatari senza giustificazione siano applicate le sanzioni previste dal contratto, senza alcuna attenuante".

"Dieci anni di amministrazione assente - dice il sindaco Orlando - sembrano avere educato qualche lavoratore all'assenza e al non rispetto dei propri doveri verso la città e i cittadini. Anche loro dovranno capire e adattarsi al fatto che é cambiata la musica e che simili comportamenti non saranno tollerati".

"Questi comportamenti - conclude il sindaco - creano un danno alla città e costituiscono un insulto alla professionalità e alla dedizione con cui la stragrande maggioranza dei dipendenti comunali svolge quotidianamente il proprio lavoro".