La nuova Cosa nostra della provincia di Palermo aveva fatto le cose in grande. Antonino Sciortino, dopo avere trascorso dodici anni al 41 bis, era diventato il numero uno. L'operazione dei carabinieri del Comando provinciale e del Gruppo di Monreale che ha portato in carcere 37 persone svela i retroscena di una lupara bianca. Le microspie hanno registrato in diretta la pianificazione dell'omicidio.