Live Sicilia

confermate solo le gare

World Festival on the Beach
Salta la manifestazione


Articolo letto 2.178 volte

L'Albaria ha deciso di annullare le manifestazioni pubbliche perché manca l'autorizzazione. Baglione: “Ci hanno negato anche l'accesso agli atti”. Replica l'ex dirigente regionale dell'assessorato regionale al Territorio Giovanni Arnone: “Avevamo chiesto all'Italo-Belga di ritirare il proprio ricorso”. Diverso il discorso per le gare di surf e windsurf, che si terranno comunque.

VOTA
0/5
0 voti

albaria, baglione, palermo, regione, vela, windsurf, world festival on the beach, Palermo
Vincenzo Baglione
PALERMO – Nessuna manifestazione di pubblico interesse arricchirà il folto proscenio del World festival on the beach che si terrà a Mondello fra il 13 ed il 19 maggio. A prendere la decisione il comitato organizzatore dell'evento, con in prima fila l'Albaria. “Evidentemente qualcuno non vuole che la manifestazione si faccia – afferma Vincenzo Baglione, presidente del circolo palermitano – eppure noi abbiamo chiesto tutte le autorizzazioni alla Regione”. La stessa Regione Sicilia è tra l'altro fra i partner dell'evento, cui fornisce il proprio patrocinio. Resteranno comunque nel calendario le gare di vela e windsurf, in particolare le competizioni individuali della classe Olimpica RS:X, Techno293 e Windsurfer.

Il nodo da sciogliere riguarda i rapporti fra l'Immobiliare Italo-Belga e l'Albaria. Proprio la società che gestisce le cabine della spiaggia di Mondello si è infatti messa di traverso negli scorsi mesi, contestando la concessione dell'autorizzazione da parte dell'amministrazione regionale per l'utilizzo della spiaggia. “Abbiamo chiesto l'accesso agli atti all'assessorato al Territorio e Ambiente – prosegue Baglione – per comprendere il motivo per cui quest'anno, dopo ventisette edizioni, non abbiamo avuto l'autorizzazione”. Già lo scorso anno un primo braccio di ferro aveva portato ad un battibecco fra Albaria e Italo-Belga, che pure non aveva bloccato la manifestazione. “Il World festival on the beach faceva sì che la spiaggia venisse vissuta e valorizzata anche prima dell'inizio della stagione – sostiene Vincenzo Baglione –, nonostante questo l'anno passato l'Italo-Belga ha chiesto l'annullamento retroattivo delle autorizzazioni, oltre che un risarcimento di ben 500 mila euro. Il Tar però ancora non si è pronunciato”.

Un altro oggetto del contendere, riguarda poi il mancato accesso agli atti, che l'Albaria rimprovera all'assessorato regionale al Territorio e Ambiente. “Non solo non abbiamo avuto nessuna autorizzazione – precisa Baglione – ma ci è stato negato l'accesso agli atti. Il nostro referente è la Regione, non certo l'Italo-Belga”. A replicare a stretto giro è l'ex direttore generale dell'assessorato al Territorio, Giovanni Arnone. “Non sono più in quell'assessorato da due mesi – sottolinea l'attuale direttore dell'Azienda foreste demaniali –, e di quelle autorizzazioni se n'è occupato il servizio competente. Credo sia giusto che una manifestazione di questo tipo si tenga, avevamo chiesto all'Immobiliare Italo-Belga di ritirare il proprio ricorso, ma non c'è stato niente da fare. Nessuno comunque si aspetti alcun trattamento di favore, l'assessorato si comporterà secondo le leggi per tutto quello che riguarda le autorizzazioni e l'accesso agli atti”.

A commentare la vicenda è anche Eduardo De Filippis, consigliere della Settima circoscrizione. “Questa è un'occasione persa per la città di Palermo. L’evento sportivo e culturale, che da 28 anni caratterizza l’inizio della bella stagione a Mondello, ha subito una involuzione nel corso degli anni. Tutto questo è legato ad annose diatribe burocratiche tra la Regione, la società Italo-Belga e il circolo Nautico Albaria. Auspico un'apertura al dialogo tra le parti interessate al fine di iniziare in totale sinergia un accordo”. Il tempo però scorre, ed a meno di un mese dal via del World Festival gli organizzatori hanno deciso di tagliare in modo consistente il programma della manifestazione.