Live Sicilia

AMIA

I commissari contro Orlando:
"Non si capisce il suo silenzio"


Articolo letto 1.081 volte

I tre, ribadita la loro disponibilità a dimettersi qualora dovessero subentrare "le condizioni minime ed essenziali per garantire l'azienda con i propri dipendenti e il dovuto servizio alla città di Palermo". E accusano il sindaco di portare avanti una stragegia della tensione.

VOTA
4.3/5
4 voti

amia, attacco, commissari, orlando, risposa, sindaco, Palermo
PALERMO - "Non si riesce a capire il silenzio del sindaco di Palermo sulla nostra disponibilità a dimetterci qualora abbia voglia di creare le condizioni minime ed essenziali per garantire l'azienda con i propri dipendenti e il dovuto servizio alla città di Palermo". Lo affermano i Commissari straordinari di Amia. "Siamo portati a pensare - aggiungono - che dietro questa strategia della tensione ci sia la mancanza di risorse da parte del Comune tanto decantate dallo stesso Sindaco o che sia stata già decretata da parte della politica la morte dell'Azienda. E mentre questa diatriba continua - concludono i Commissari - Palermo e i suoi cittadini soffrono oltre al peso dei rifiuti anche quello della vergogna. Bisogna che immediatamente si decida sul da farsi".