Live Sicilia

la tragedia dello scorso 17 dicembre

Crollo in via Bagolino
Il pm interroga gli abitanti


Articolo letto 1.660 volte
abitanti, crollo, interrogatori, palermo, via bagolino, Palermo
Il crollo in via Bagolino (immagine di repertorio)

Agli interrogatori partecipano anche i due ingegneri nominati dal tribunale, che sul crollo indaga per disastro colposo e omicidio colposo plurimo a carico di ignoti.

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO - Il pm Ennio Petrigni sta interrogando gli abitanti di una delle due palazzine crollate a dicembre scorso in via Bagolino. Agli interrogatori partecipano anche i due ingegneri nominati dal magistrato, che sul crollo indaga per disastro colposo e omicidio colposo plurimo a carico di ignoti, e la polizia municipale che ha condotto l'inchiesta. La decisione di sentire gli abitanti degli edifici, che si sbriciolarono in pochi istanti seppellendo 4 persone, nasce dall'esigenza di chiarire in quali appartamenti, nel tempo, siano stati realizzati i lavori che avrebbero potuto intaccare la stabilità delle palazzine. I due tecnici - Rosario Marretta e Giuseppe Giambanco - hanno da poco completato l'analisi dei materiali recuperati e repertati.

Ai vigili urbani sono stati delegati, invece, gli accertamenti catastali che dovrebbero ricostruire la storia edilizia dei due edifici. I dati catastali però, visto che alcuni piani sarebbero stati realizzati abusivamente e sarebbero in attesa di sanatoria da 30 anni, avrebbero dato risposte solo parziali. Da qui l'esigenza ulteriore di sentire gli abitanti delle due palazzine che potrebbero colmare i vuoti lasciati dai dati ufficiali.