Live Sicilia

emergenza rifiuti a palermo

Cresce la tensione in città
Rovesciati diversi cassonetti


Articolo letto 2.635 volte
ambiente, cassonetti, incendi, palermo, rifiuti, vigili del fuoco, Palermo
L'emergenza rifiuti a Palermo

L'esasperazione getta nello sconforto i palermitani: cassonetti rovesciati in via Ughetti e in via Giafar. Tante strade e quartieri sono invasi dalla spazzatura. Diversi i roghi appiccati nella notte.

VOTA
3/5
2 voti

PALERMO - Traffico paralizzato, rifiuti a fuoco, cassonetti al centro delle carreggiate. Una giornata di passione in diverse zone della città in seguito all'emergenza rifiuti, a partire dall'area nei pressi dell'ospedale Civico, dove l'accesso dei mezzi di soccorso viene ostacolato dalle montagne di rifiuti che ricoprono l'asfalto. Nella zona ci sono anche due scuole e stamattina i residenti esasperati hanno spostato i contenitori dell'Amia per protesta, dando vita a blocchi stradali che hanno fatto degenerare la situazione: difficoltà anche per le squadre dei vigili del fuoco intervenuti per domare le fiamme, il passaggio era ostruito sia da cassonetti che da centinaia di sacchetti.

Dieci i cassonetti al centro della strada, due gli incendi dolosi accertati dalla polizia e dai pompieri. Nel primo pomeriggio, invece, la situazione più critica si registra nella zona di Brancaccio: da via Conte Federico a via Giafar si è formata una lunga colonna d'auto. Imbottigliati nel traffico anche gli autobus dell'Amat, rimasti bloccati per più di tre ore prima: con l'ausilio della polizia gli autisti sono riusciti a divincolarsi e a intraprendere un'altra strada per proseguire le loro corse.

La circolazione risulta rallentata in quasi tutto il quartiere: anche in questo caso le montagne di rifiuti sono state date alle fiamme in via Amedeo d'Aosta e circa quindici cassonetti sono stati posiozionati al centro delle strade, bloccando di fatto l'accesso ai mezzi. A Brancaccio si stanno recando gli uomini della polizia municipale che proveranno a deviare il traffico.