Live Sicilia

PARLA IL TESTIMONE DI GIUSTIZIA

Cutrò sulla Alfano:
"Condivido la sua scelta"


Articolo letto 2.315 volte

Ignazio Cutrò ha replicato alle parole di Sonia Alfano in merito alla sua mancata partecipazione al docu-film che lo riguardava a Bivona: "Non posso che condividere la sua scelta di non partecipare. L'incontro, pertanto, viene annullato e verrà riorganizzato".

VOTA
2.7/5
6 voti

alfano, bivona, docu-film, ignazio cutrò, panepinto, Agrigento
Ignazio Cutrò
BIVONA (AGRIGENTO) - "Non posso che condividere in pieno i motivi che hanno spinto l'on. Sonia Alfano a scegliere di non partecipare all'incontro di oggi pomeriggio a Bivona, durante il quale si sarebbe dovuto presentare il docu-film sulla mia storia. L'incontro, pertanto, viene annullato e verrà riorganizzato con l'attenzione e la cura che merita".

Così il testimone di giustizia di Bivona (Agrigento), Ignazio Cutrò, interviene in seguito al comunicato stampa di Sonia Alfano, presidente della Commissione speciale europea antimafia, con il quale la stessa ha comunicato che non avrebbe partecipato all'evento dopo aver saputo che alla presentazione sarebbe intervenuto il sindaco di Bivona, Giovanni Panepinto. Alfano, invitata dallo stesso Cutrò a partecipare all'incontro, ha detto che non ci sarà perché "la mia storia è del tutto in contrasto con quella di Panepinto, il cui nome compare più volte in un'informativa dei Carabinieri che racconta molto chiaramente dei suoi rapporti con esponenti di Cosa Nostra" ha detto nella nota stampa.

"La scelta di proiettare il docu-film a Bivona – spiega Ignazio Cutrò – è stata dettata dallo spirito di diffusione della cultura antimafia per la quale sto spendendo la mia vita. Ma Sonia, grande amica oltre che parlamentare europea, ha giustamente evidenziato un problema importante, non trascurabile. L'azione che porto da anni avanti contro tutte le mafie, soprattutto da quando sono presidente dell'Associazione nazionale Testimoni di giustizia, mi spinge dunque a questa scelta: l'incontro viene annullato e verrà riorganizzato dopo un'attenta valutazione dei fatti. In questa occasione voglio comunque ringraziare tutti gli ospiti che hanno fin da subito dato la loro disponibilità a partecipare, tra cui il dr. Tona dell’Anm di Caltanissetta, il dr. Paci della Dda di Caltanissetta, e il dr. Vella della Procura di Agrigento".