Live Sicilia

i dati della presidenza del consiglio

Open Data, Palermo è settima
In arrivo l'app del Comune


Articolo letto 2.130 volte
app ufficiale comune di palermo, assessore catania, comune, comune di Palermo, giusto catania, open data, palermo, Palermo
L'assessore Giusto Catania

Palazzo delle Aquile si piazza al settimo posto tra le amministrazioni che hanno fornito dati pubblici. Superati anche il Senato, la Camera e città come Milano e Torino. L'assessore Catania: "Scelta strategica, presto arriverà l'app ufficiale del Comune".

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO - “Il Comune di Palermo, secondo i dati forniti dalla presidenza del Consiglio dei Ministri (www.dati.gov.it/content/infografica), è al settimo posto tra le amministrazioni pubbliche per la quantità di dati in formato aperto pubblicati sul sito istituzionale, superando importanti comuni come Milano, Bologna, Torino e prestigiose istituzioni come la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, l'Inps e il Cnr”.

Lo annuncia Giusto Catania, assessore alla Partecipazione, che ribadisce che “l’impegno dell’amministrazione comunale di rendere disponibili il maggior numero di dati in formato aperto, rappresenta un pezzo fondamentale di una scelta strategica che mira alla trasparenza totale nelle scelte amministrative”.

Il comune di Palermo ha scelto di rendere disponibili i suoi dati in formato aperto da pochi mesi e già si è conquistato un ruolo di primo piano nel panorama nazionale in materia di trasparenza.

"È un risultato ancora più importante - afferma il sindaco Orlando - perché raggiunto grazie ad un importante lavoro svolto dai dipendenti comunali, supportati gratuitamente da tanti esperti del settore".

“Gli Open Data - afferma l’assessore all’Innovazione tecnologica Giuseppe Barbera - rappresentano un’opportunità per la creazione di nuove applicazioni, per dispositivi desktop e mobili, che si traducono nell'erogazione di servizi innovativi a cittadini, associazioni e imprese. La disponibilità di questi dati è uno strumento ma anche uno stimolo per tutta la comunità degli sviluppatori".

Le applicazioni mobili, le cosiddette "app", sono ormai strumenti essenziale per la costruzione delle Smart Cities, con i quali oltre a raggiungere l'obiettivo del miglioramento della qualità dei servizi è anche possibile mettere in moto nuovi flussi di economia locale in ambito turistico, ambientale, sociale e contribuiscono a rendere più attrattiva la città per cittadini, turisti e investitori.

"Proprio in questa ottica - afferma l'assessore Catania - abbiamo proprio in questi giorni avviato il lavoro per realizzare una App ufficiale del Comune, che permetterà sia di ricevere informazioni sia di interagire con alcuni Uffici e Servizi".