Live Sicilia

BORSA

Effetto Napolitano
Cala lo spread


Articolo letto 994 volte

Il differenziale di rendimento tra Btp e Bund è a quota 280: all'indomani del secondo giuramento di Napolitano, i mercati reggono e la pressione sul debito pubblico si allenta.

VOTA
0/5
0 voti

borsa, borse asiatiche, borse europee, calo spread, giorgio napolitano, piazza affari, spread, wall street

MILANO - I mercati danno credito all'Italia e il debito pubblico diminuisce la sua pressione: dopo l'accorato discorso di Giorgio Napolitano, l'alba della finanza italiana è chiara. Lo spread - il temuto differenziale tra titoli di stato italiani e tedeschi - è in calo, sotto quota 280 con i Btp a 4,05% di vendita. Piazza affari intanto è in rialzo dello 0,7%, tenendo la linea degli altri mercati europei: Parigi +1%, Londra +0,3% e Francoforte +0,2%. Euro stabile a quota 1,3045 dollari.

La borsa di Tokyo ha chiuso invece in ribasso per il rafforzamento dello yen: l'indice Nikkei è al -0,29%. Wall street invece ha chiuso in rialzo ieri sera, nonostante un trimestrale del settore immobiliare negatio. Il Dow Jones ha recuperato lo 0,14%, il Nasdaq invece lo 0,86%.