Live Sicilia

Milazzo

Quelle preoccupanti fumate nere
provenienti dalla raffineria


Articolo letto 2.085 volte

Dal 25 aprile continuano a uscire le fumate nere sospette dall'impianto. Preoccupati i cittadini, che chiedono rassicurazioni per la propria salute.

 

VOTA
5/5
1 voto

fumate nere, milazzo, raffineria, Cronaca, Messina
MILAZZO (MESSINA) - Fumate nere sospette provenienti dalla raffineria di Milazzo continuano a verificarsi in queste ore, lasciando sgomenti i cittadini del comprensorio messinesi. Il primo episodio il 25 aprile, intorno alle 17.30, e ha fatto balzare sulla sedia tutti gli abitanti rimasti per ore con il naso all'insù a monitorare la situazione. "Da più parti della città di Milazzo e del comprensorio del Mela ho ricevuto chiamate di cittadini allarmati per la fumata nera che si innalzava dallo stabilimento industriale Raffineria di Milazzo", racconta Peppe Maimone, presidente dell'associazione Adasc (Associazione per la Difesa dell'Ambiente e della Salute dei Cittadini). Maimone ha cercato di contattare l’azienda ma non è riuscito ad avere informazioni in merito all’accaduto. "Noi abbiamo il diritto di sapere realmente che cosa è accaduto all’interno dello stabilimento - aggiunge -, auspichiamo un intervento immediato da parte dei sindaci di Milazzo e San Filippo del Mela, del prefetto e delle altre istituzioni preposte ad intervenire a tutela della salute dei cittadini".

L’associazione, inoltre, informerà dell'accaduto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Mariella Lo Bello, e la Commissione Europea Ambiente, al fine di chiedere un intervento immediato per la tutela della salute pubblica.