Live Sicilia

Il nuovo esecutivo

Alfano, D'Alia e Trigilia
La Sicilia nel governo Letta


Articolo letto 4.557 volte

Tre i volti siciliani del nuovo esecutivo. Il segretario del Pdl ricoprirà il duplice incarico di vicepremier e ministro dell'Interno, mentre il senatore Udc è stato designato come ministro della Pubblica amministrazione e della Semplificazione. Il sociologo, nativo di Siracusa, erediterà il ministero della Coesione territoriale da Fabrizio Barca.

VOTA
2.7/5
7 voti

alfano, d'alia, governo, letta, ministero interno, ministero semplificazione, napolitano
ROMA - C'è anche una buona dose di Sicilia nel governo che Enrico letta intende portare in parlamento per ottenere la fiducia delle Camere. L'agrigentino Angelino Alfano, attuale segretario del Pdl, sarà vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno. Con lui ci saranno altri due siciliani: il messinese Gianpiero D'Alia e il siracusano (di nascita) Carlo Trigilia. L'attuale coordinatore regionale dell'Udc ricoprirà il ruolo di ministro della Pubblica amministrazione e della Semplificazione, mentre al sociologo andrà il ministero della Coesione territoriale, che è stato di Fabrizio Barca. L'annuncio è stato dato da Letta dopo l'incontro con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Quirinale.
Letta ha espresso "profonda gratitudine nei confronti del presidente della Repubblica", oltre che "sobria soddisfazione per le disponibilità riscontrate e le competenze che si sono messe al servizio del Paese".