Live Sicilia

approvato in giunta il documento

Meno spese e più investimenti
Ecco il consuntivo del 2012


Articolo letto 1.816 volte

Tra i dati più significativi, l'incremento degli investimenti, la riduzione della spesa per il personale e della spesa corrente. Diminuisce anche il numero dei dipendenti, passati da uno ogni 75 residenti a 1 ogni 78.


comune, comune di Palermo, giunta comunale, orlando, palermo, rendiconto 2012, Palermo
Il presidente della commissione Bilancio Francesco Bertolino
PALERMO - La giunta Orlando dà il via libera al bilancio consuntivo del 2012, che adesso dovrà passare al vaglio dei revisori dei conti e del consiglio comunale, e brinda alla tenuta dei conti di Palazzo delle Aquile. Il documento, approvato in mattinata dal sindaco e dai suoi assessori, certifica infatti un miglioramento della salute dei conti di piazza Pretoria: trenta milioni di avanzo, anche se vincolati, oltre 450 milioni di residui attivi e passivi radiati per insussistenza, taglio del 10 per cento alla spesa corrente e maggiori investimenti.

Un consuntivo che porta la firma dell’attuale Ragioniere generale, Carmela Agnello, ma che si riferisce al 2012 quando sulla poltrona più alta di via Roma sedeva Paolo Basile. "Questi numeri confermano la bontà del percorso intrapreso di messa in sicurezza dei conti comunali", commenta l’assessore al Bilancio Luciano Abbonato che rivendica anche un’approvazione in aprile di un documento che, nell’ultimo decennio, ha invece visto la luce in giugno. Inoltre, per il secondo anno, il consuntivo anticipa la manovra di previsione, il cui iter dovrebbe cominciare non appena si approverà il consuntivo. “Pensiamo che l’approvazione possa arrivare entro maggio – dice Abbonato a Livesicilia – e sul bilancio del 2013 siamo a buon punto. Approvare prima il consuntivo è un atto di onestà nei confronti della cittadinanza, per far capire quanto si è fatto. Abbiamo messo ordine nei conti e sono stati adottati sistemi e criteri di gestione, controllo e monitoraggio efficienti”.

Ma Palazzo delle Aquile rivendica anche un significativo incremento degli investimenti (passati da 58 a 250 euro pro capite), una drastica riduzione della spesa per il personale (diminuita da 425 a 410 euro pro capite) e della spesa corrente in generale (-10%), l'aumento dell'autonomia finanziaria (dal 36% al 46%) e la riduzione dell'indebitamento (-8%), la diminuzione del numero dei dipendenti, passati da uno ogni 75 residenti a 1 ogni 78, e l'incremento dell'avanzo di amministrazione: 56 milioni di cui 30 in teoria non vincolati ma che nei fatti lo sono visto che le entrate sono a destinazione vincolata. Niente tesoretti o risorse nuove da usare nel previsionale, quindi, ma un minore indebitamento.

A conti fatti, nel 2012 il Comune vanta 838 milioni di entrate correnti (di cui 336 tribuatrie, 446 trasferimenti e 55 extratributarie) e 267 milioni in conto capitale (rispetto ai 17,6 del 2011). Un trend, quello per esempio delle entrate dai tributi, in continua crescita dal 2008 ad oggi con quasi 100 milioni in più. La spesa corrente ammonta a 703 milioni (la più bassa dal 2008 ad oggi), mentre quella per investimenti passa dai 38 milioni del 2011 ai 163 del 2012. L’indebitamento complessivo si riduce da 301 a 275 milioni nell’arco di un solo anno, quasi dimezzandosi rispetto a cinque anni fa. Il personale comunale costa 268 milioni, mentre i lavori pubblici passano dai 31 del 2011 ai 150 del 2012.

“La commissione Bilancio ospiterà l’assessore Abbonato la prossima settimana – dice il presidente Francesco Bertolino – e per questo rimando qualsiasi commento ai prossimi giorni, anche se non possiamo che essere tutti soddisfatti dell’ottimo lavoro dell’amministrazione attiva e dell’assessore che sono riusciti a far quadrare i conti in un anno così difficile come il 2012”. Un 2012 che però ha visto l’amministrazione Orlando insediarsi solo a maggio, dopo quasi quattro mesi di gestione Latella: “Ma il merito di questi risultati lo sentiamo come tutto nostro – conclude Abbonato – è il risultato sia del bilancio che della manovra di consolidamento che hanno apportato importanti correttivi alle manovre della Latella. Della gestione commissariale resta solo l’introduzione dell’Imu”.

Il Sindaco Leoluca Orlando ha affermato che "le difficoltà finanziarie non possono essere considerate superate ma i risultati del 2012 segnano una netta inversione di marcia rispetto al passato." Per il primo cittadino, "questi risultati sono ancora più importanti perché nel corso del 2012 sono intervenuti in modo pesante i tagli ai trasferimenti dovuti alla spending review". "Tutta la Giunta e tutta l'Amministrazione - ha concluso Orlando - sono impegnate a garantire il più alto livello possibile di servizi compatibile con le risorse finanziarie disponibili e lavorano per il rilancio degli investimenti, volano di nuovo sviluppo e occupazione. Il bilancio 2013 che sarà varato entro giugno confermerà questa impostazione".