Live Sicilia

Le reazioni

Sdegno dalle istituzioni:
"Vicini alla famiglia"


Articolo letto 2.601 volte
carabiniere, maria lo bello, monrealese ferito, palazzo chigi, regione siciliana, siciliano, sparatoria

Dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando all'assessore regionale Maria Lo Bello, dall'arcivescovo di Monreale ai presidenti di Camera e Senato. C'è Sgomento e preoccupazione per quanto avvenuto davanti Palazzo Chigi. Il presidente del Consiglio, Letta, ha fatto visita al carabiniere ferito: "Il mio pensiero va alla figlia".

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO - “Sgomento e preoccupazione per il fatto inquietante avvenuto davanti Palazzo Chigi, sono vicina ai due carabinieri colpiti e alla donna incinta rimasta ferita”.

Lo afferma l’assessore al Territorio e Ambiente della Regione siciliana, Mariella Lo Bello, dicendosi “seriamente preoccupata per le tensioni sociali nel Paese che rischiano di degenerare in azioni folli” commentando la notizia dell’uomo - un ex imprenditore calabrese divenuto manovale a causa della crisi della sua impresa - che ha sparato davanti a Palazzo Chigi ferendo due carabinieri e una passante nel momento in cui era in corso la cerimonia di giuramento del nuovo Governo. “In qualsiasi condizione ci si trovi non esiste nessuna giustificazione per atti di violenza e gesti estremi che mettano a rischio la propria vita e quella degli altri. Ma bisogna affrontare la drammatica situazione economica e sociale del Paese con un’incisiva azione di buon Governo che dia risposte alla disperazione di molti cittadini”.

“Sin da subito il Governo Letta – aggiunge Mariella Lo Bello (Pd) - deve affrontare le questioni irrisolte che aggravano una situazione economica sempre più difficile e che provocano nel Paese una forte tensione sociale. Occorre invertire la rotta e dare una risposta concreta alla terribile mancanza di lavoro e ai licenziamenti continui, bisogna trovare le risorse per la cassa integrazione in deroga, mettere in atto politiche per tutelare le fasce sociali più deboli a partire dai pensionati, sostenere le famiglie e le imprese con misure che diminuiscano il costo del lavoro e favoriscano nuova occupazione. Altrimenti il rischio – conclude Lo Bello - è che possa alimentarsi una guerra tra poveri in una situazione già di per sé drammatica”.

"La situazione di questa famiglia mi ha molto colpito e commosso. C'é una ragazza giovanissima poco più che ventenne che ha perso una madre due mesi fa e oggi ha suo padre in gravissime condizioni. Una situazione inaccettabile". Lo ha detto la presidente della camera Laura Boldrini, dopo aver visitato all'Umberto I di Roma il carabiniere ferito stamattina. "Oggi suo padre è stato ferito senza motivo - ha aggiunto - La politica continua a litigare? Io mi sto concentrando su questa famiglia, che vive ore di ansia e angoscia, e dovremo farlo tutti. Dovremmo starci il più vicino possibile".

L'Arcivescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi, avendo appreso la notizia che uno dei due militari feriti durante l'attentato di questa mattina davanti Palazzo Chigi è il brigadiere Giuseppe Giangrande originario di Monreale, ha espresso la sua "solidarietà alla figlia e agli altri congiunti, assicurando la sua preghiera e la sua vicinanza". L'arcivescovo ha incaricato don Antonio Chimenti, "sacerdote della diocesi di Monreale e attualmente residente a Roma, di portare personalmente il suo abbraccio andando a trovare il brigadiere al Policlinico Umberto I".

"Ai carabinieri feriti va la solidarietà di tutta la Camera - Dice la presidente Laura Boldrini - Non sono casi isolati, ci sono stati troppi casi di persone disperate che hanno compiuto gesti estremi. La politica deve ricominciare a dare risposte". Le fa eco il presidente del Senato, Pietro Grasso: "Bisogna evitare di aprire una strategia della tensione"

 Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha espresso la sua solidarietà al generale Leonardo Gallitelli, comandante dell'Arma dei Carabinieri dopo il ferimento di due sottufficiali nella sparatoria davanti Palazzo Chigi. "Al sacrificio, ieri, di un militare impegnato nel casertano - afferma Orlando - si aggiungono oggi i due feriti a Roma, segno dell'impegno dell'Arma tanto a difesa della sicurezza dei cittadini quanto a difesa delle istituzioni".