Dopo diversi giorni di ricerche, il randagio è stato individuato e liberato dal tubo al collo dai volontari dell'Asva e dalla polizia municipale.