Live Sicilia

Il servizio partirà a settembre

Social card, mille domande
Catania: "Servizio efficiente"


Presentate le prime domande per accedere al servizio predisposto dal Comune. Non manca però qualche polemica. "Poche risorse", dice il pd Maurizio Li Muli.

VOTA
3/5
2 voti

social card, social card palermo, sussidi palermo, Palermo
L'assessore Giusto Catania
PALERMO – Il primo giorno per la presentazione delle richieste per l'erogazione della Social card, che garantirà a duemila famiglie, in possesso di determinati requisiti, un contributo da 200 a 400 euro al mese, si è appena concluso. Il bilancio della prima giornata parla di quasi mille persone che si sono recate presso le sedi delle circoscrizioni. Il tutto non senza polemiche.

“Le risorse che arrivano dal fondo delle politiche sociali sono limitate – dice il consigliere alla quinta circoscrizione del Pd Maurizio Li Muli – e la Social card verrà ricaricata con cifre che saranno di circa 250/300 euro mensili per un anno. Gli uffici pensano si possano aiutare in tal modo circa 1500 famiglie per tutta la città, vuol dire più o meno 250 per circoscrizione”. Il consigliere del Pd però lancia l'allarme: “Nella sola quinta circoscrizione si pensa di ricevere almeno 2000 domande, già da oggi le file erano lunghissime. Le vere politiche di sostegno al reddito non possono essere solo queste, c'è bisogno di maggiore disponibilità economica e soprattutto c'è bisogno che si discuta seriamente”.

L'assessore alla Partecipazione Giusto Catania però non è d'accordo. "Il servizio – sottolinea - è stato efficiente ed infatti non abbiamo avuto alcuna lamentela né particolari difficoltà nell'accogliere le istanze dei cittadini e nell'offrire spiegazioni per la presentazione della domanda. E' evidente che il trasferimento del personale alle circoscrizioni, disposto qualche giorno fa, ha già avuto il primo effetto positivo e il servizio offerto per la Social card non sarebbe stato così bene organizzato senza un adeguato numero di persone, precedentemente formate, adeguatamente supportate dai dipendenti dell'assessorato alla Cittadinanza sociale. Ciò dimostra che la macchina comunale sta dimostrando di essere all'altezza della sfida del decentramento”. Unico anello debole della catena è la terza circoscrizione, i cui uffici non sono al momento disponibili. “Tutti i cittadini possono recarsi in qualsiasi circoscrizione, senza vincolo territoriale. In questo momento sono operative sette circoscrizioni, poiché la terza sta effettuando il trasloco presso i nuovi locali. Tra l'altro è stato potenziato il servizio presso la prima e la seconda circoscrizione, le cui sedi sono limitrofe”.