Live Sicilia

Tragedia al Muro del Pianto

Ebreo urla "Allah è grande"
Viene ucciso da una guardia


ebreo ucciso muro del pianto, gerusalemme, guardia di sicurezza uccide ebreo al muro del pianto, israele, muro del pianto, palestina, spianata muro del pianto
Gerusalemme, guardia uccide un uomo al Muro del Pianto

"Allah u Akbar" sono state le parole del quaranteseienne prima che una guardia gli sparasse, senza lasciargli scampo

 

VOTA
0/5
0 voti

GERUSALEMME -
Tragedia al Muro del Pianto: un agente di sicurezza ha sparato contro un israeliano. L'uomo avrebbe infatti urlato "Allah è grande", scatenando i sospetti che si trattasse di un palestinese.

Il capo della polizia Micky Rosenfeld ha spiegato la dinamica: "Il fatto che abbia urlato Allah u Akbar ha spinto l'agente a sparare diversi colpi". l'uomo uccidoo è un ebreo di 46 anni e si trovava in uno degli spogliatoi pubblici della piazza del Muro.

Adesso è stata aperta un'inchiesta sulla vicenda, ma nel passato della vittima non ci sarebbe nessun sospetto, anche se secondo i media locali si trattava di "uno squilibrato". Secondo alcuni però l'uomo sarebbe stato un assiduo frequentatore della Spianata, dove infatti aveva fama di persona "eccentrica". Quando i medici hanno raggiunto il luogo dell'incidente, l'uomo era già deceduto.