Live Sicilia

Amministrative, il ballottaggio

Garozzo la spunta a Siracusa
"Partiremo dagli ultimi"


L'esponente democratico conquista Palazzo Vermexio e diventa sindaco del capoluogo aretuseo, superando lo sfidante Paolo Reale. "Sento il peso di quello che ora dovremo andare fare", dice a caldo.

VOTA
5/5
1 voto

garozzo eletto siracusa, garozzo elezioni, garozzo sindaco, garozzo sindaco siracusa, Siracusa, Politica
SIRACUSA
Pochi minuti prima delle 18.00 e alla terza camicia del suo pomeriggio, Giancarlo Garozzo entra nel salone Borsellino di Palazzo Vermexio, sede del Comune di Siracusa. Visibilmente soddisfatto incontra i giornalisti, raccoglie i complimenti e il saluto dei dipendenti. E' lui il nuovo sindaco della città.

In un turno di ballottaggio profondamente segnato dall'astensionismo (ha votato il 35% degli aventi diritto, ndr), si è imposto sullo sfidante Paolo Ezechia Reale (sostenuto da liste civiche) con il 53,30%, vale a dire poco meno di 19 mila voti. Reale si è fermato al 46,70%. Ridotto il distacco, che al primo turno viaggiava sui sei punti percentuali. Ma non è bastato.

Con grande fair play, è stato proprio l'avvocato siracusano ad annunciare la vittoria di Garozzo e ammettere, con pacatezza, la sua sconfitta un'ora dopo la chiusura dei seggi. Da lì è partita la festa nel comitato elettorale del candidato del Pd, in viale Scala Greca, zona alta di Siracusa. Gavettoni, spumante e clima di grande euforia come testimonia la foto finita subito su Facebook con il neo sindaco in camicia bianca e fascia tricolore.

"Sento il peso di quello che ora dovremo andare fare", dice a caldo Giancarlo Garozzo e lo ripeterà in tutte le interviste del pomeriggio. "Avverto anche grande entusiasmo. Partiremo dagli ultimi, dalle fasce disagiate. Altra priorità, il porto turistico. Dobbiamo sbloccare in fretta i lavori. Abbiamo una maggioranza ampia in consiglio ma cercheremo comunque la collaborazione di tutti. Mi spiace per la bassa affluenza. Significa che dovremo riconquistare con i fatti la fiducia dei siracusani".

Trentasei anni, sposato e appassionato di sport, Garozzo - professione consulente del lavoro - è stato capogruppo del Pd in Consiglio comunale. Ha vinto le primarie del centrosinistra su Alessio Lo Giudice che, dopo un'attenta opera di pacificazione, figura adesso nella squadra degli assessori designati insieme a Paolo Giansiracusa, Santi Pane, Francesco Italia, Silvana Gambuzza e Liddo Schiavo. Lo hanno sostenuto Pd, Rinnoviamo Siracusa, Megafono e Lista Garozzo.