Live Sicilia

La sentenza

Delitto Cottarelli, ergastolo
per i cugini Vito e Salvatore Marino


delitto cottarelli, ergastolo cugini marino, milano, paceco, Cronaca, Trapani
Angelo Cottarelli, il figlio Luca e la compagna Marzenne Topar, uccisi nel 2006

La corte d'Assise d'appello di Milano ha ritenuto i cugini di Paceco colpevoli del triplice omicidio avvenuto nel 2006 a Brescia: morirono l'imprenditore Angelo Cottarelli, la sua compagna Marzenne Topar e il figlio Luca (nella foto).

VOTA
0/5
0 voti

MILANO - La Corte d'Assise d'Appello di Milano ha condannato i cugini Vito e Salvatore Marino alla pena dell'ergastolo per il triplice omicidio dell'imprenditore Angelo Cottarelli, della sua compagna Marzenne Topar ed il figlio Luca, assassinati il 28 agosto del 2006 a Brescia. I giudici hanno disposto, contestualmente, l'arresto dei due imputati se non già detenuti per altra causa. Vito Marino, presente in aula, è stato ammanettato e condotto in carcere. La sentenza arriva dopo un lungo iter processuale con ripetuti colpi di scena. Assolti in primo grado, i due cugini di Paceco erano stati condannati in appello alla pena dell'ergastolo ma la Corte di Cassazione aveva annullato il verdetto disponendo la celebrazione di un nuovo processo. Ora la nuova condanna.