Live Sicilia

CINISI

La Commissione antimafia
in visita a casa Impastato


cinisi, commissione antimafia nazionale, impastato, palermo, Palermo

La commissione regionale antimafia nella giornata di domani renderà omaggio a 'Casa memoria Felicia e Peppino Impastato', primo atto ufficiale dal suo insediamento.

VOTA
3/5
1 voto

PALERMO - Farà tappa domani a Cinisi (Pa) alle 10, la commissione regionale antimafia per visitare e rendere omaggio a 'Casa memoria Felicia e Peppino Impastato' e sarà il primo atto ufficiale dal suo insediamento. L'incontro, aperto al pubblico, inizierà alle 10, poi l'inaugurazione di un percorso con quattro pietre di inciampo dedicate ad altrettanti uomini delle istituzioni che si sono battuti in prima fila contro la mafia: Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Boris Giuliano e il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

"E' un riconoscimento importante nei confronti del lavoro che abbiamo portato avanti in questi 35 anni, sempre nel nome di Peppino e delle sue idee - ha detto Giovanni Impastato - e che ci incoraggia ad andare avanti". Alla commissione regionale antimafia Impastato chiederà anche un aiuto per sbloccare la gestione di casa Badalamenti e per tutelare il casolare dove è stato ucciso il fratello. "Ma presenteremo anche delle proposte per salvaguardare l'ambiente intorno a Cinisi dalle speculazioni edilizie del territorio". Il 28 luglio un altro riconoscimento all'impegno civico di Peppino Impastato arriverà dalla consegna di un premio alla sua memoria da parte del festival cinematografico di Salina.

"Sono due iniziative solo apparentemente distanti - ha aggiunto Giovanni Impastato - ma che hanno in comune il rispetto per la figura di mio fratello, contribuendo a mantenere viva la memoria storica di questo nostro Paese colpito da indifferenza e rassegnazione". "Ringrazio di cuore la commissione regionale antimafia e lo staff del festival di Salina - conclude Impastato - cercheremo di mantenere i nostri impegni con una responsabilità maggiore e con la promessa che continueremo a lottare con le idee e il coraggio di Peppino".