Live Sicilia

Il Consiglio dei ministri

Lavoro, bonus assunzioni
per i giovani under 30


agevolazioni giovani under 30, agevolazioni per le assunzioni, assunzioni giovani under 30, consiglio dei ministri, enrico giovannini ministro del lavoro, enrico letta, governo letta, governo piano lavoro, piano lavoro 2013, piano lavoro italia 2013
Enrico Letta e Angelino Alfano

Agevolazioni per le assunzioni dei giovani tra i giovani tra i 18 e i 19 anni: il Cdm ha approvato il decreto legge, con un occhio d'attenzione per il Mezzogiorno

VOTA
0/5
0 voti

ROMA -
Arriva il Piano Lavoro ed è chiaro che il focus è sui giovani. Oggi il decreto legge ha ricevuto il via libera dal Consiglio dei ministri che ha approvato anche il decreto sulle carceri e il rinvio di tre mesi dell'aumento dell'Iva.

"Le decisioni andranno ad aiutare l'assunzione in un arco di tempo di 18 mesi, potrebbero essere interessati 200mila giovani italiani con intensità maggiore nel centro sud", ha detto in conferenza stampa il primo ministro Enrico Letta, che ha continuato: "Puntiamo a dare un colpo duro alla grandissima piaga della disoccupazione giovanile che è la bandiera di una battaglia che vogliamo combattere con forza e determinazione".

Ad entrare nel dettaglio il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini: "Il pacchetto lavoro coinvolgerà circa 200.000 persone, 100.000 saranno quelle che potranno beneficiare degli sgravi contributivi mentre altre 100.000 sono coinvolte nelle altre misure di inclusione". L'assunzione a tempo indeterminato di giovani tra 18 e 29 anni, che aumenta la base occupazionale, determina "l'azzeramento totale dei contributi per i primi 18 mesi" e per "12 mesi" nei casi di trasformazione in tempo indeterminato. Il provvedimento per rilanciare l'occupazione, a partire da quella giovanile con gli sgravi contributivi per le nuove assunzioni di under-30, "riguarda sia il sud che il centro nord".

La nuova carta per "l'inclusione sociale" sarà diretta a chi è in condizioni di povertà assoluta nel Mezzogiorno e riguarda 170mila soggetti, mentre la proroga fino a fine anno della social card 425mila persone. Lo ha spiegato il ministro del Lavoro