Live Sicilia

SALA DELLE LAPIDI

Via libera ai trenini su gomma
e al piano di via Trabucco


bertolino, Boccadifalco, giuffrè, la commare, sala delle lapidi, scafidi, trabucco, trenini

Il consiglio comunale approva anche il consolidamento del costone roccioso sopra Boccadifalco.

VOTA
1/5
1 voto

PALERMO - Via libera al regolamento per i trenini gommati turistici, al piano particolareggiato di via Trabucco, al consolidamento del costone roccioso di Boccadifalco e allo spostamento, all’aeroporto militare della borgata, della Protezione civile. Mattinata intensa per il consiglio comunale di Palermo che, dopo aver archiviato il consuntivo, ha approvato una serie di importanti delibere grazie anche alla presenza in Aula delle opposizioni che hanno mantenuto il numero legale. Circostanza sottolineata anche dal consigliere Francesco Bertolino (Idv), che ha chiesto di accertare le cause delle assenze della maggioranza. Da registrare anche una nuova presa di distanza del consigliere Giusy Scafidi (Idv).

VIA TRABUCCO Approvato, e anche abbastanza velocemente, il piano particolareggiato di via Trabucco, ovvero dell’area che comprende anche l’ospedale Cervello e la sede dell’Agenzie delle Entrate. Il tutto anche a seguito di una diffida della Regione, dovuta al ricorso di un’azienda che ormai da tempo aspettava l’autorizzazione a realizzare una rimessa. Il piano, infatti, risale al vecchio Piano regolatore, quello vigente, e da anni aspettava il via libera: si tratta di un’area di 45 mila metri quadrati destinata a zona commerciale D2, all’interno della quale ricadono lotti per centri direzionali commerciali e impianti produttivi, accompagnati dalle relative urbanizzazioni (parcheggi, aree di verde pubblico e viabilità). Un’area che lo stesso assessore Tullio Giuffrè, in Aula, ha definito “particolarmente disordinata sotto il profilo urbanistico”. La commissione Urbanistica ha anche chiesto il completamento della via Wilhelm Konrad Roentgen fino alla circonvallazione. Adesso i cittadini avranno l’opportunità di presentare eventuali osservazioni che torneranno in consiglio.

TRENINI GOMMATI Il consiglio dà mandato all’amministrazione di predisporre il bando per l’affidamento di due trenini gommati turistici: uno che dovrebbe seguire un percorso fisso e un secondo che, invece, dovrebbe essere stagionale e quindi legato alle località balneari. Potranno partecipare solo quelle aziende che vantano almeno due anni di esperienza nel settore: limite che ha provocato la protesta del presidente della Quarta commissione, Giusy Scafidi, che non ha votato l’atto e ha dichiarato: “Così si escludono a priori i giovani”.

BOCCADIFALCO Approvato il progetto per le messa in sicurezza del costone roccioso (per 4,3 milioni di euro) e lo spostamento, nell’area dell’aeroporto, della nuova sede della Protezione civile.

LE REAZIONI
“Grande soddisfazione per le delibere approvate e un particolare ringraziamento va alle opposizioni, che con la loro presenza in Aula hanno consentito l’approvazione di importanti delibere come quella della messa in sicurezza del costone roccioso di Boccadifalco, a valere su fondi nazionali, che ci consentirà di mettere in sicurezza tutto l’abitato”. Questo quanto dichiarato dal vice capogruppo di Idv Pierpaolo La Commare.

“Esprimo grande apprezzamento – dice l’assessore Tullio Giuffrè – per il metodo di lavoro adottato dal consiglio comunale, che ha permesso l’approvazione di importanti atti in tempi celeri”.

"A seguito del voto di stamane in Consiglio, viene naturale porsi una domanda: la maggioranza esiste ancora?". Così il consigliere comunale di Grande Sud, Giuseppe Federico. "La mia permanenza in aula durante la procedura di voto - spiega Federico - ha garantito il numero legale. I consiglieri di maggioranza, invece, dove sono finiti? Come se ciò non bastasse già a generare confusione, molti di questi asseriscono, senza alcun atto ufficiale, di aver aderito al nuovo soggetto politico del sindaco Orlando, mentre altri permangono nell'Idv. La confusione - conclude Federico - regna sovrana a Palazzo delle Aquile".

“La decisione di astenermi dal votare il regolamento per i servizi di linea per il trasporto di persone a scopo turistico su trenini gommati deriva dalla ambiguità dell’articolo 2 comma 5 che limita la partecipazione alla gara solo ai soggetti che possono dimostrare almeno due anni di esperienza e contro il quale ho presentato un emendamento abrogativo su cui gli uffici competenti si sono espressi con parere favorevole. In un momento di crisi occupazionale, mi chiedo perché siano state escluse le aziende nate di recente che, pur possedendo i requisiti di legge, non possono partecipare, data la scelta di questo consiglio comunale alla gara. Sono convinta che da subito inizieranno i ricorsi contro questa esclusione, di fatto, inopportuna e sono fiduciosa nell’intervento dei dirigenti nella redazione del bando”. Lo dice in una nota Giusy Scafidi (Idv).

“Stamani abbiamo presentato in consiglio comunale una mozione che impegna il Sindaco e la giunta perchè si adoperino per la messa in sicurezza di alcune aree della nostra città. In tempi recenti fenomeni importanti di dissesto idrogeologico hanno riguardato le aree limitrofe al Monte Grifone determinando danni ingenti nelle borgate di Villa Grazia, Santa Maria del Gesù, Ciaculli e Croceverde Giardina. La mozione vuole allertare l’amministrazione a predisporre gli opportuni studi finalizzati alla programmazione degli interventi necessari, a superare il rischio idrogeologico, dando priorità alle parti del territorio già colpite da tali fenomeni e inserire già nel prossimo bilancio comunale adeguate risorse finanziarie per avviare questa opera di messa in sicurezza in parallelo alla redazione del nuovo Prg”. Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri dell’Idv Alberto Mangano e Antonino Sala, primi firmatari della mozione presentata in aula consiliare.

"Vergogna, hanno approfittato della pausa pranzo per approvare una delibera malvagia: via Trabucco è uno scempio, l'ennesimo contro la nostra città". A dichiararlo il capogruppo Udc Giulio Cusumano.

"Qualche giorno fa al Consiglio Comunale è stato approvato il Regolamento Comunale sui trenini gommati, un regolamento che, dice – Maurizio Li Muli Consigliere della V Circoscrizione PD - insieme ad altri Consiglieri, di altre Circoscrizioni, avevo definito: sciatto e cucito su misura”. A distanza di 5 mesi un Consiglio Comunale, “cieco e sordo” lo ha approvato, non tenendo minimamente in conto le osservazioni ricevute dalle Circoscrizioni ed i pareri negativi. Tant’è – continua Li Muli – che nella sua approvazione non solo non ha recepito i suggerimenti da noi inviati ma è stato approvato proprio il punto più controverso, ovvero quello in cui si dice che al futuro bando potranno partecipare “solo imprese che vantano più di due anni nel settore”. Si conferma così la volontà di escludere altri potenziali partecipanti alla gara che sarà indetta, favorendo chi in questi anni ha gestito lo stesso servizio ma non regolamentato. Altro che cucito su misura, qui sul vestito si è messo pure nome e cognome. Ancora una volta questo Consiglio Comunale, ha preferito non ascoltare i suggerimenti ed i pareri derivanti dalle Circoscrizioni, ma – continua Li Muli – a questo punto mi chiedo per quale motivo il Regolamento Comunale ci obbliga a dare pareri obbligatori ma non vincolanti, costringendo a lunghe sedute tutti e gli otto Consigli di Circoscrizione per lo studio e per gli incontri necessari a comprendere le varie materie se poi non si tiene conto dei pareri negativi e non vengono nemmeno letti i ns suggerimenti. Visto che si sta procedendo alla riscrittura del nuovo Regolamento Comunale ed a trasferire le deleghe alle Circoscrizioni – conclude Li Muli - ritengo opportuno che si decida cosa fare o i pareri che le Circoscrizioni devono esprimere oltre che obbligatori diventano vincolanti oppure gli stessi non hanno motivo di essere inviati alle Circoscrizioni. Ci sarebbe sicuramente un risparmio di tempo e di denaro per le casse cittadine".