Live Sicilia

IL GIALLO DI VIA SCILLATO

L'ultimo saluto al vigile Mirko Vicari
Orlando: "Scopriremo la verità sulla vicenda"


chiesa san giuseppe, funerale, mirco vicari, palermo, passo di rigano, Cronaca, Palermo
La chiesa di San Giuseppe a Passo di Rigano

Dopo le indagini sulla morte del vigile urbano in via Scillato è il giorno del dolore per Mirko Vicari. Oggi i funerali presso la chiesa di San Giuseppe, presenti il comandante Vincenzo Messina e il sindaco Orlando.

VOTA
3.8/5
8 voti

PALERMO - Una chiesa gremita ha accolto il feretro di Mirko Vicari, il vigile urbano ucciso in casa sua martedì pomeriggio. Il funerale è stato celebrato nella chiesa di San Giuseppe di Passo di Rigano. Presenti, oltre a centinaia di colleghi della polizia municipale e il comandante Vincenzo Messina, il sindaco Leoluca Orlando e il questore Nicola Zito.Sulla bara di Vicari c'era il cappello d'ordinanza, accanto due cesti pieni di fiori in cui c'era un biglietto di uno dei figli: "Ti vorrò bene per sempre e non ti dimenticherò mai".

"Mirko ha agito in base al suo senso del dovere - ha detto il cappellano della polizia municipale - adesso è nel regno del Signore. Noi tutti dobbiamo vivere pensando al Signore, è questo il modo per raggiungere i nostri obiettivi".

"Quando muore un collega è come perdere un caro amico - ha detto il comandante Messina - non mi era ancora capitato di perderne uno in questo modo, è doloroso. Sono vicino alla famiglia".

Il sindaco Orlando, presente alla cerimonia e visibilmente commosso, ha esordito con una promessa: "Garantisco ai familiari del vigile Mirko Vicari che verrà fatto di tutto per sapere la verità e trovare i responsabili di questa vicenda".

"Bambini - ha detto Orlando ai figli di Vicari, di nove e undici anni - sappiate sempre, per tutta la vostra vita, che vostro padre era amato e rispettato da tutti". Accanto ai piccoli, l'ex moglie del vigile urbano, in lacrime. Sempre in prima fila, sull'altra parte della panca, l'attuale compagna del trentottenne, anche lei distrutta dal dolore.

La cerimonia si è snodata tra i vari interventi dei colleghi di Vicari: "Una grande lavoratore - ha raccontato al microfono uno di loro - un ragazzo d'oro, dall'animo buono, generoso. Abbiamo avuto l'onore di lavorare insieme, di raccontarci quello che ci succedeva, e tu avevi sempre il sorriso sulle labbra".

La bara, al termine della cerimonia, è stata portata a spalla dai colleghi del vigile. Mel suo ultimo viaggio, Mirko ha attraversato la folla in lacrime. La sua foto è stata mostrata alla gente, i negozi hanno abbassato le saracinesche a metà.