Live Sicilia

LA BENEDIZIONE DEL CARRO

Festino di Santa Rosalia
Partono le celebrazioni


Con la benedizione del carro trionfale di Santa Rosalia ad opera dell’arcivescovo di Palermo, Cardinale Paolo Romeo, lunedì 1 luglio prenderà il via ufficilamente il 389° Festino di Santa Rosalia.

VOTA
3.7/5
3 voti

carro trionfale, festino, palermo, paolo romeo, santa rosali, Palermo
PALERMO - 
Con la benedizione del carro trionfale di Santa Rosalia ad opera dell’arcivescovo di Palermo, Cardinale Paolo Romeo, lunedì 1° luglio, alle ore 19 prenderà il via ufficilamente il 389° Festino di Santa Rosalia.

La benedizione avverrà nel Piano della Cattedrale, sotto la torre dell’orologio, dove è stato allestito il “cantiere della Festa”: il carro infatti sarà allestito giorno dopo giorno e i cittadini potranno assistere alla metamorfosi del carro, costruito sulla struttura dell’anno scorso.

Dopo la benedizione, al via il programma musicale che prevede il primo concerto di un ricco programma distribuito in due settimane. In scena sono i venticinque ragazzi dell’Orchestra e Coro Giovanile di Brancaccio, diretta da Pia Tramontana. Questo il programma della serata: Son ben ch’a bon tempo (coro), canzonetta di Orazio Vecchi (1550-1605); Panis Angelicus, tenore Michele Campione (César Franck – 1822-1890), La violetta (Coro), autore ignoto; Ave Maria, (Franz Schubert 1797-1828) Fabiola Galati soprano e Christian Conti violino. Gabriele Targia, pianista: Variazione di Dmitrij Kabalevskian, Studio n.5 di Aram Chacaturjan, Impressioni fiabesche di Eliodoro Sollima; Campane di Antonio Trombone; Prelude suffocation op.28 di Frederic Chopin; El grillo è buon cantore – Frottola (Coro), (Josquin Des Pres 1454-1521).

L’Orchestra e il Coro Giovanile di Brancaccio. Nascono alcuni anni fa per iniziativa del Movimento di Promozione Umana, grazie alla collaborazione della scuola media “Don Milani”, del circolo didattico “L.Cavallari”, del Liceo scientifico “Basile” e di altre scuole e parrocchie del quartiere. Il progetto è diretto a bambini tra i 6 e i 14 anni con il coinvolgimento di giovani sino ai 18 anni. I docenti: Clara Capozza (pianista), Giuseppe Flaccomio e Venera Riggio (flauto), Alessandro Bavetta e Lilia Cicoria (Violino), Daniele Monteleone (chitarra), Pia tramontana, Riccardo Schirò e Simona Scrima (coro). Nel 2012 l’Orchestra e il Coro di Brancaccio, grazie alla collaborazione dell’ex funzionario del Teatro Massimo, Lilli Alù, hanno ottenuto il riconoscimento di Nucleo membro aderente al Sistema delle Orchestre e Cori Giovanili d’Italia della Federculture.