Live Sicilia

Ars, il vicepresidente del Megafono

Malafarina alla maggioranza:
urgente snellire la burocrazia


Il vicepresidente del Megafono all'Ars: "La Sicilia è stanca di una politica inconcludente che si occupa di schieramenti e affari personali disperdendo risorse europee nelle incapacità dei palazzi".

VOTA
5/5
1 voto

, Siracusa, Politica
PALERMO - "È necessario avviare rapidamente una stagione di riforme che consenta lo sviluppo della Sicilia. Uno dei punti essenziali per attrarre investimenti italiani o esteri che partecipino ai fondi europei è necessariamente quello di procedere alla eliminazione dei ritardi dovuti alla burocrazia, primo e più rilevante ostacolo che incontra la Sicilia nella sua crescita, accanto alla criminalità mafiosa".

Il vicepresidente del Megafono all'Ars, Antonio Malafarina, incalza il parlamento siciliano sulla burocrazia. "Mentre sul fronte della lotta alla mafia molto si è fatto, riconquistando credibilità internazionale - dice Malafarina -, i lacci della burocrazia fine a se stessa e spesso strumentale per fenomeni di corruzione, sono ancora fattore di inaccettabile e criminale ritardo. Bisogna accelerare l'eliminazione di norme burocratiche e creare zone industriali e turistiche a burocrazia zero in cui gli investitori abbiano certezza dei tempi e delle procedure con un responsabile unico dei risultati. La Sicilia è stanca di una politica inconcludente che si occupa di schieramenti e affari personali disperdendo risorse europee nelle incapacità dei palazzi ed accanto ai proclami occorrono azioni rapide e concrete con capacità di ascolto e di sintesi. Per questo - conclude malafarina - un'apposita riunione di maggioranza dovrà tracciare un rapido percorso di reale innovazione, anche coinvolgendo forze politiche innovative".