Live Sicilia

CINISI-TERRASINI

Rapina al titolare del Monkey's Beach
Pedinato e minacciato con la pistola


I malviventi hanno agito a volto coperto e armati. Hanno seguito la loro vittima dalla zona di Magaggiari fino a casa e sono entrati in azione. Bottino, 5mila euro. Pochi giorni fa la rapina al titolare del Renoir di Terrasini.

VOTA
5/5
2 voti

cinisi, furto, monkey's beach, rapina, terrasini
CINISI (PALERMO) - Hanno atteso che chiudesse il locale per poi pedinarlo ed assalirlo davanti al cancello della sua abitazione. Nel mirino di due malviventi è finito il titolare del "Monkey's Beach", il pub-panineria che si trova di fronte alla spiaggia di Magaggiari a Cinisi e quotidianamente frequentato da decine di villeggianti. Dopo una lunga giornata di lavoro, il gestore aveva finalmente chiuso le porte ed era salito in macchina per tornare a casa, nei pressi di Calarossa, nella vicina Terrasini.

Secondo quanto ha raccontato ai carabinieri della stazione locale, sarebbe stato in quel momento che avrebbe intravisto l'ombra di due uomini, ma aveva sottovalutato la loro presenza. I due complici, infatti, avevano studiato un piano fino all'ultimo dettaglio e, conoscendo l'indirizzo di casa della vittima, hanno aspettato il momento opportuno per entrare in azione.

Dopo qualche chilometro l'uomo è arrivato davanti casa, a Terrasini ed ha tranquillamente aperto il portone della sua abitazione. Non avrebbe mai immaginato di non essere solo. I due malviventi l'hanno immediatamente bloccato: con il volto coperto e impugnando due pistole, sono riusciti ad intimidirlo al punto da scappare con cinquemila euro in contanti, l'incasso della giornata. I rapinatori sono fuggiti a bordo di un'auto.

Un fenomeno in escalation quello delle rapine tra Cinisi e Terrasini, considerando che soltanto pochi giorni fa è stato preso di mira anche il titolare di un altro locale, il Renoir, che si trova vicino alla piazza di Terrasini. Anche in questo caso una banda di malviventi è riuscita a darsela a gambe levata con l'incasso della giornata.

Risale invece all'inizio dell'anno un tentativo di rapina all'interno dell'appartamento di un anziano. Quest'ultimo si difese impugnando un fucile e sparando ad uno dei malviventi, che rimase ferito. Qualche mese prima, invece, una donna di 82 anni è morta d'infarto dopo una rapina in casa: quando i ladri sono fuggiti si è sentita male. Neanche i soccorsi sono riusciti a salvarla.

Ma nel mirino dei rapinatori è finita anche una gioielleria di via Roma, sempre a Terrasini: tre giovani sono stati colti sul fatto alla fine dello scorso anno, proprio mentre minacciavano i titolari dell'attività commerciale. Sono finiti in arresto.