Live Sicilia

A CARINI

Picchiata dalla propria badante
Le prove schiaccianti in un video


Ad installare una telecamera per scoprire la verità, il nipote della vittima, insospettito da alcuni lividi sul braccio della zia. Le indagini dei carabinieri sono tuttora in corso.

 

VOTA
2.3/5
3 voti

anziana, badante, carini, pugni, violenza
CARINI (PALERMO) - Si occupava da quattro anni di un'anziana. Era la sua badante, la persona di cui l'ottantenne residente a Carini, che abita da sola, avrebbe dovuto fidarsi. Affetta da Alzheimer, veniva accudita da una donna di cinquanta anni, A.A di Carini. Nessuno avrebbe potuto immaginare che la badante, invece di tutelare ed aiutare l'anziana nella vita di tutti i giorni, l'avrebbe malmenata ripetutamente.

I dubbi sono sorti quando il nipote, che andava a trovare spesso l'anziana zia, ha notato alcuni lividi sulle braccia della donna. E sarebbe successo più volte, al punto che l'uomo ha installato una telecamera nella stanza principale in cui la zia trascorreva le giornate insieme alla sua badante. terribili le scene immortalate: il video avrebbe infatti fugato ogni dubbio, mettendo in evidenza, purtroppo, una violenza che il nipote aveva già sospettato. In base a quanto emergerebbe dal filmato, infatti, ogni occasione sarebbe stata buona per minacciare l'anziana, urlare e farle del male.

Secondo quanto riferiscono i carabinieri della stazione di Carini, che hanno raccolto la denuncia dell'uomo, la cinquantenne avrebbe più volte preso a pugni e schiaffi l'ottantenne. L'audio del video evidenzierebbe anche le urla della vittima e la sua incapacità di difendersi dalla donna che doveva invece prendersi cura di lei.

Una volta accertata la situazione, il nipote dell'anziana ha lanciato l'allarme ai carabinieri, che hanno visionato il filmato con le prove schiaccianti. Per la badante è scattata la denuncia.