Live Sicilia

L'INTERVISTA A gIANCARLO cANCELLERI

"Clima pesante per i deputati
Ma le nomine vanno stoppate"


Il capogruppo dei 5 Stelle: "Solidarietà a Cicero e alla sua famiglia ma le dichiarazioni di Crocetta non sono condivisibili. E le frasi dei vertici di Confindustria sulla politica sono gravi"

VOTA
4.3/5
6 voti

giancarlo cancelleri, irsap, Politica
PALERMO - Onorevole Giancarlo Cancelleri, che decisione si aspetta dalla I commissione che oggi deve pronunciarsi sulle nomine effettuate dal Governo per l'Irsap?
"Mi aspetto una scelta che ricalchi la decisione presa all'unanimità dall'Aula, qualche giorno fa, in merito all'ordine del giorno che ho presentato per stoppare le nomine. Molti deputati sono infatti convinti di dar seguito al provvedimento preso in Assemblea dunque, anche se le dinamiche di voto sono molto complicate, non dovrebbero esserci problemi".

Il presidente Crocetta ha affermato che sulle nomine dell'Irsap il Governo ha limitato il potere di Cicero e che, se cambieranno i criteri di nomina, lo stesso Governo si adeguerà per legge.
"Mi spiace per il clima che si sta generando in merito a questa vicenda. Oggi (ieri per chi legge, ndr) ho letto alcune dichiarazioni del presidente Crocetta nei confronti dell'Ars in cui ha dipinto alcuni deputati e, in certi casi tutta l'Assemblea, in un modo errato. L'attività politica non è mai fatta contro una persona in particolare, in questo caso contro il presidente designato dell'Irsap Alfonso Cicero, contro il quale non ho e non posso avere nulla di personale. Le nostre posizioni si esprimono solo in riferimento al metodo di scelta. A me non interessa particolarmente se il Governo limita i poteri di chi ha designato ciò che importa e ridefinire i modi con cui viene scelta la governance".

Ieri con una nota congiunta i presidenti di Confindustria Lo Bello e Montante hanno affermato che la mafia ha cambiato faccia e oggi, con la complicità della politica del malaffare,  vengono riproposti i vecchi modelli di speculazione di un tempo. Lei cosa ne pensa?
"Non ho letto integralmente le loro dichiarazioni ma posso comunque dire che si tratta di affermazioni di una certa gravità e che inaspriscono ulteriormente un clima già troppo teso".

Una battuta infine sulle intimidazioni subite da Alfonso Cicero.
"Assoluta solidarietà. Sono atti che vanno condannati a 360 gradi e che esulano assolutamente dai discorsi che vengono fatti qui in questo momento. All'uomo Cicero e sopratutto alla sua famiglia va un augurio di serenità in un periodo terribile come questo".