Live Sicilia

Dopo lo sbarco a Pachino

Il plauso di Napolitano
"Italiani più forti del pregiudizio"


migranti, napolitano, Pachino, siracusa, Siracusa

Il presidente della Repubblica sottolinea come il modo in cui i bagnanti si siano "spinti generosamente in mare" per aiutare i profughi mostri "come prevalga negli italiani un senso di umanita' e solidarieta' piu' forte di ogni paura"

VOTA
5/5
2 voti

ROMA - Sulla spiaggia di Morghella, a Pachino (Siracusa), un barcone con 160 persone stipate a bordo, si e' arenato a pochi metri dalla riva. Alcuni immigrati si sono tuffati in mare cercando di raggiungere a nuoto l'arenile, ma la maggior parte e' stata tratta in salvo dagli uomini della Guardia costiera e dai bagnanti che hanno formato una catena umana. Le immagini dei bagnanti che si sono "spinti generosamente in mare" per aiutare i profughi ''mostrano come prevalga negli italiani un senso di umanita' e solidarieta' piu' forte di ogni pregiudizio e paura" ha sottolineato con soddisfazione Giorgio Napolitano. Altri centosei immigrati, tutti dell'Africa subsahariana,sono stati salvati a circa 90 miglia a sud di Lampedusa, dopo che in nottata il fratello di uno di loro aveva allertato la guardia costiera. E altre due segnalazioni telefoniche hanno permesso di mettere in salvo 76 migranti (quasi tutti eritrei) e un gruppo ulteriore di 98 persone(tra cui 11 donne e 2 bambini), che si trovavano su imbarcazioni in difficolta' nel Canale di Sicilia.