Live Sicilia

Tempo d'estate

Ti piace Gershwin?


Le cose da vedere in giro.

VOTA
5/5
1 voto

PALERMO- E' ancora la musica a fare da protagonista in queste sere d’estate siciliane. I Gemelli Diversi sbarcano a Zafferana Etnea per un concerto incentrato su "Tutto da Capo", il loro ultimo album. Il disco è composto da sedici brani, tutti suonati durante il concerto. Dal primo brano uscito -"Per farti sorridere" - a "Questa è una rapina", il cui video è stato realizzato in collaborazione con DJ Steve Forest, il gruppo composto da Thema, Thg, Grido e Strano rende omaggio ai fan che li seguono dagli esordi.

Sale sul palco del Teatro Antico di Taormina Lola Astanova, pianista russa naturalizzata americana, la cui fama si è diffusa rapidamente in tutto il panorama della musica classica. In occasione della rassegna si esibisce in quattro partiture, iniziando da "Cieli vibranti" di Tiranno, continuando con "Ouverture to candide" di Bernstein e concludendo con "Porgy and Bess arr. Russell Bennet" e la splendida "Rapsodia in blu" di George Gershwin.

Il "Castelbuono Jazz Festival" che quest’anno festeggia il suo sedicesimo compleanno, accoglie addirittura un’alba nella medievale piazza Castello, e dedica spazio al confronto tra operatori al grido di allarme che lanciano le associazioni musicali siciliane. Prima di tutte, il Brass Group a cui è dedicata un’intera serata. Ma anche alle nuove generazioni, tenute a battesimo da grandi del jazz. Stasera salirà sul palco un trio jazz di grande livello formato da Paolo Jannacci, figlio del grande Enzo, pianista compositore e arrangiatore lui stesso, jazzista eclettico, fisarmonicista e bassista; poi dal batterista Stefano Bagnoli e dal bassista Marco Antonio Ricci. Paolo ha anche un ricordo personale legato a Castelbuono: a piazza Castello suonò infatti dodici anni fa con il padre Enzo Jannacci.

Un contenitore poliedrico capace di ospitare diverse esperienze artistiche connotate dall’elemento della novità: è il Festival NUOVE[IM]PRESSIONI di Alcamo che quest’anno spegne le sue cinque candeline, forte di un crescente interessamento a livello nazionale da parte dei mezzi di comunicazione e di un sorprendente Successo di pubblico e critica per le passate edizioni. Il festival propone un susseguirsi di performance musicali, teatrali ed esposizioni di arti visive (pittura, scultura, fotografia, video), e traccia un filo conduttore tra diverse forme artistiche unite dal comune denominatore della contemporaneità.

Si parte con il docu-film, in prima visione, “Impazzite Schegge” del regista siciliano Giovanni Calvaruso, documentario che descrive la realtà musicale, artistica e sociale della città di Palermo. Tra le mura pittoresche del Museo Casa del Nespolo, l’Associazione culturale “Fantasticheria” presenta la tredicesima edizione de “I Malavoglia: tradizioni e sapori di Trezza”, un viaggio affascinante nei luoghi e nelle vicende dei personaggi del Verga, del mito e delle leggende della nostra terra. Si inizia con la performance dal titolo “Stranizza d’amuri”, a cura della Scuola Balletto Etneo 2°.Lpostdanza Accademia della Grotta Smeralda di Lucrezia Catania, con la partecipazione dei ragazzi del Balletto dello Stretto.

E per gli amici della natura l’appuntamento è a Terrasini. Grande successo hanno riscosso le iniziative promosse dal WWF Italia, ente gestore della Riserva Naturale Orientata “Capo Rama”, per l’estate 2013. L’appuntamento è alle ore 18 presso la Riserva Capo Rama a Terrasini per partecipare alla visita guidata per i sentieri naturalistici della Riserva con la calda luce del tramonto che caratterizzerà il paesaggio dell’area protetta fino al calar del sole.