Live Sicilia

la polemica

Figuccia: "Ferie immorali
mentre la Sicilia affoga"


Il deputato del gruppo Pds-Mpa: "La crisi è gravissima, Ardizzone convochi l'ARS ben prima del 18".

VOTA
3.4/5
5 voti

ars, ferie, rosario crocetta, vincenzo figuccia, Politica
PALERMO - "Il balletto del "rimpasto si, rimpasto no" è la perfetta conclusione di un mese di agosto trascorso inseguendo la mancanza di produttività e concretezza del Governo e del Governatore Crocetta. Come è "normale" che sia quando non si possono dare, perché non si è capaci di dare, risposte concrete ai problemi del territorio e dei cittadini, si svia l'attenzione dell'opinione pubblica, avviando una discussione del tutto inutile per i cittadini." Lo afferma il Vice capogruppo del Partito dei Siciliani MPA all'Assemblea, Vincenzo Figuccia

"E' davvero triste - continua Figuccia - assistere a questo spettacolo fatto di caccia a poltrone, calcolo di tessere, tattiche pre-congressuali: mentre la Sicilia affoga in una crisi senza precedenti un piccolo esercito di nani della politica si muove senza neanche rendersi conto di ciò che accade attorno. La verità è che Crocetta non ha una vera maggioranza parlamentare e tira a campare giusto per fare annunci dopo annunci e proporre leggi ai limiti del ridicolo".

Dal parlamentare del PdS-MpA viene quindi una proposta rivolta al Presidente della Regione e al Presidente dell'ARS. "A questo punto si impone che il Presidente Crocetta, anche se non dipende dal voto di fiducia dell'Assemblea, si presenti all'ARS per spiegare quali saranno le linee d'azione e di proposta del Governo a partire dalla ripresa autunnale. Al Presidente Ardizzone, che pure in queste settimane ha mostrato grande attenzione per il ruolo dell'Assemblea ma che certamente non può assecondare il caos istituzionale promosso dal Governatore, chiedo che convochi l'ARS ben prima del 18. Di fronte alla gravissima crisi che attanaglia i siciliani e di fronte al sempre maggiore rischio che la Sicilia sia chiamata a restituire milioni e milioni di euro all'UE per la mancata o non corretta spesa, non è moralmente accettabile che l'Assemblea continui le sue ferie."