Live Sicilia

Palermo

Università, la carica dei 27 mila
Boom di iscrizioni ai test


Il rettore Lagalla: “Un numero che nell’ultimo triennio è in costante crescita: dagli oltre 22 mila del 2011, si è passati ai quasi 24 mila del 2012 e agli oltre 27 mila di quest’anno". Misure di sicurezza straordinarie per la prova di Medicina del prossimo 9 settembre.

VOTA
1/5
1 voto

medicina, rettore roberto lagalla, test di ingresso, università di palermo, Cronaca, Palermo
PALERMO. Quasi tre candidati per posto, il 13 per cento in più dell’anno scorso. L’Università di Palermo, alla scadenza delle iscrizioni ai test d’ingresso fissata il 28 agosto, alla chiusura degli sportelli bancari, registra un boom di aspiranti matricole: a fronte dei 10.017 posti disponibili nei corsi di laurea, i candidati sono 27.059.  “Un numero che nell’ultimo triennio è in costante crescita – dice il rettore Roberto Lagalla – dagli oltre 22 mila del 2011 si è passati ai quasi 24 mila del 2012 e agli oltre 27 mila di quest’anno. Un segnale di interesse degli studenti e delle famiglie per l’offerta formativa dell’Ateneo palermitano, che testimonia l’efficacia e l’efficienza degli interventi di razionalizzazione operati in questi anni e premia gli sforzi compiuti per arrivare al totale accreditamento, da parte del Miur, dei nostri corsi di studio”.

“A parte il concorso per l’accesso ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria – aggiunge il prorettore vicario e delegato alla Didattica, Vito Ferro - che registra il considerevole incremento del 15 per cento rispetto allo scorso anno accademico, il tasso di partecipazione è particolarmente alto anche per il corso di laurea in Architettura (circa 3,1 candidati per ciascun posto messo a concorso), per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico della facoltà di Farmacia (4,64 candidati per ciascun posto messo a concorso), per i corsi di laurea della facoltà di Scienze (4,46 candidati per ciascun posto messo a concorso), per Scienze Motorie (circa 3,1 candidati per ciascun posto messo a concorso) e per i corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie per i quali si registrano in media quasi 10 candidati per ciascun posto messo a concorso”.

Per quanto riguarda i corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria la programmazione è nazionale (stabilita mediante una concertazione tra il Miur e il ministero della Salute) e per l’anno accademico 2013/14 l’Ateneo di Palermo ha avuto una assegnazione ministeriale  pari a 405 posti (340 nella sede di Palermo e 65 in quella di Caltanissetta) per Medicina e Chirurgia e 25 posti per Odontoiatria. “Saranno adottate particolari misure di sicurezza – dice Ferro - per garantire lo svolgimento del concorso per l’ammissione ai questi due corsi di laurea, tenuto conto del numero elevato di candidati (3.574) e della necessità di garantire le medesime condizioni di svolgimento della prova sull’intero territorio nazionale”. I candidati al concorso sono tenuti a presentarsi, muniti di un documento di identità in corso di validità, il 9 settembre alle 8 nelle rispettive sedi di assegnazione, già pubblicate sul portale unipa, per lo svolgimento della prova, per le procedure di identificazione e avviamento alle aule.

“È vietato ai candidati – dice Ferro - introdurre nell’aula borse, zaini, libri, appunti, carta, telefoni cellulari, palmari e altri strumenti elettronici. Questi oggetti dovranno essere depositati in luoghi esterni alla sede del concorso e non se ne garantisce la custodia. Chi, durante lo svolgimento della prova, venga trovato in possesso di qualcuno di questi oggetti, sarà immediatamente allontanato dall’aula ed escluso dalla selezione. Il presidente della Commissione, su segnalazione del personale d’aula addetto alla sorveglianza, richiamerà i candidati che tenteranno di comunicare tra di loro e disporrà l’allontanamento dall’aula di coloro che tenteranno di contravvenire alle regole di svolgimento della prova”.